* Luna Nuova in Bilancia : una vera rivoluzione quando credi ai tuoi sogni!


 Luna Nuova in Bilancia

Pronti ad un nuovo mese lunare che coinvolge in tutti gli effetti ad una vera rivoluzione.

Il novilunio formato da poco a 26° dell bilancia, coincide in un grado che secondo il testo di Janduz ( tradotto da Grazia Mirti- Gradi sabiani) si intitola “riuscita facilitata, favorendo lo sviluppo di doni e abilità.

La Luna insieme al Sole e congiunta a Giove accende i riflettori sulle relazioni e la possibilità di crescere attraverso l’esperienza di confronto, utilizzando anche un pizzico di ironia e diplomazia.

Il Novilunio è in opposizione ad Urano retrogrado in Ariete, un passaggio che ci chiede di abbandonare degli ideali superati, quando il pianeta è retrogrado ti tende a cercare di cambiare nel profondo, mettendo in atto un processo di ribellione a tendenze e opinioni che sentiamo molto lontani da ciò che desideriamo.

Il primo novilunio con Giove nel segno dello Scorpione, chiede di andare a fondo sulla natura dei rapporti che manteniamo, si è spinti a cercare un significato profondo o superare antichi attriti. Non a caso è possibile prendere mettere in atto dei cambiamenti improvvisi e radicali, da non farci riconoscere da chi ci conosce abitualmente.

Mercurio in Scorpione in aspetto armonico a Nettuno rende le parole quasi musicali, dalle forti capacità di persuasione, la stessa vicinanza di Giove amplifica i contesti psicologici e metafisici, creando legami improvvisi, sarò però necessario fare attenzione a procedere con una certa prudenza, perchè Urano dissonante potrebbe anche manifestarsi con scosse elettriche passeggere.

Per i valori #Ariete è importante seguire l’ispirazione e credere nelle proprie risorse, approfondendo il dialogo su questioni che hanno bloccato in passato.

I valori #Toro devono lasciare degli spiragli di fiducia verso un cambiamento, Giove dissonante può manifestarsi con forme di estrema diffidenza.

I valori#Gemelli possono contare su persone influenti e improvvise gratificazioni, da non sponsorizzare in pubblico.

I valori #Cancro possono concretizzare l’inizio di progetti di casa e finanza, senza dimenticare la dolcezza nel creare empatia.

I valori#Leone hanno la spinta di sfidarsi in nuove competenze, superando anche la disapprovazione di qualcuno.

Per i valori #Vergine è il momento di superare delle relazioni che mancano di concretezza. I valori #Bilancia devono affrontare la mutevolezza delle intenzioni, senza lasciarsi coinvolgere in modo letterale, accettando di improvvisare.

I valori #Scorpione si ritrovano al centro di informazioni determinanti per il proseguimento di alcuni progetti.

Per chi ha valori#Sagittario è possibile recuperare contatti ed oggetti che sembravano perduti.

Ai valori #Capricorno è richiesto di fare spazio alle emozioni, senza ristagnare in troppe congetture.

Per i valori#Acquario la perseveranza va coltivata nel silenzio di chi non vuole sentire ragioni.

Per i valori #Pesci è tempo di liberarsi di ruoli in cui gli altri vi immaginano, seguendo le proprie abilità anche se significa “far soffrire” qualcuno, ristabilendo un equilibrio autonomo.

Alla base di questo novilunio proviamo a leggere noi stessi, leggendo chi siamo diventati attraverso gli occhi degli altri, oppure il rischio è di farsi condizionare troppo da cosa penserebbero gli altri se mi accompagno a certi legami.

Una nota speciale a chi cerca qualcosa di profondo oltre le apparenze, così viene premiato chi ha il coraggio di credere nei propri sogni..non in quelli che gli altri cercano di farci indossare


Siate coraggiosi!

Il cielo astrologico di Monica Laus

 

Poi non è che la vita vada come tu te la immagini. Fa la sua strada. E tu la tua. E non sono la stessa strada. Così, io non è che volevo essere felice, questo no. Volevo salvarmi, ecco: salvarmi. Ma ho capito tardi da che parte bisognava andare: dalla parte dei desideri. Uno si aspetta che siano altre cose a salvare la gente: il dovere, l’onestà, essere buoni, essere giusti. No.
Sono i desideri che salvano. Sono l’unica cosa vera. Tu stai con loro, e ti salverai. Però troppo tardi l’ho capito. Se le dai tempo, alla vita, lei si rigira in un modo strano, inesorabile: e tu ti accorgi che a quel punto non puoi desiderare qualcosa senza farti del male. È lì che salta tutto, non c’è verso di scappare, più ti agiti più si ingarbuglia la rete, più ti ribelli più ti ferisci. Non se ne esce. Quando era troppo tardi, io ho iniziato a desiderare. Con tutta la forza che avevo. Mi sono fatto tanto di quel male che tu non te lo puoi nemmeno immaginare.

Alessandro Baricco, Oceano Mare

*La Luna Nuova in Vergine ci offre gli strumenti giusti per aprire il Cuore e colorare il mondo


Oggi 20 settembre 2017 alle ore 05,31 UTC la Luna è diventata Nuova in Vergine a 27° gradi, congiunta con il Sole, entrambi Archetipi femminile e maschile.

A quasi un mese di distanza dalla potente Eclissi di Fuoco, ora i Luminari ci accompagnano dentro l’Elemento Terra, a cui appartiene il Segno della Vergine e ci mostrano come ri-costruire se stessi alla luce della nuova frequenza con cui siamo entrati in contatto dalla fine di agosto in avanti.

Insieme alla Luna ed al Sole, la Vergine ospita in questo periodo Venere (il senso del piacere, il sentimento percepito, 0°), Marte (l’azione che esprime il sentimento, l’urgenza, la grinta – 9°), Mercurio (i cinque sensi fisici, la Mente, la Comunicazione – 12°) e la Parte di Fortuna (ciò che ci dà gioia fare, 23°).

Anche l’Ascendente del Novilunio calcolato all’ora UTC (Coordinated Universal Time) cade a 24° del secondo Segno Zodiacale di Terra. 

Ogni pianeta in Vergine vuole farci conoscere il senso di misura, di ordine, di gerarchia.

Con questa grande presenza (Stellium) in questo Segno siamo chiamati ad assumere un atteggiamento di analitico distacco, così da lasciar sedimentare tutto quello che si è manifestato nelle ultime settimane, ogni tipo di squilibrio emozionale, di enorme apertura del Cuore da cui è emerso tanto.

Questo è il tempo di fare ordine, di dare ad ogni situazione il contesto giusto.

Dopo il silenzio del post-eclissi, che ci ha invitato ad assumere la posizione dell’Osservatore, ora siamo confrontati con ciò che è essenziale.

Stiamo operando in previsione del prossimo ingresso in Capricorno del Maestro dell’Anima, Saturno, il prossimo 21 dicembre. Da lì fino al 16 dicembre 2020 saremo concentrati sull’assimilare la visione della nostra essenzialità.

Ogni parola risulterà superflua, assorbiti come ci si sentirà nell’aderire a tutto quello che abbiamo sempre percepito essere vero.

Saturno in Sagittario, tra il 2015 ed il 2017, ci ha permesso di sperimentare una verità nuova che poi nel suo passaggio in Capricorno si trasforma in stato di coscienza.

Ci stiamo preparando a questa totale adesione al Sé, lasciando indietro i drammi emozionali, la sofferenza e la resistenza della mente ad essa.

Ed ecco che il panorama del Novilunio apre alla possibilità di riconoscere ogni tipo di dissonanza che ci ha fatto sperimentare la separazione, quindi la sofferenza nel distacco da noi stessi, dal nostro Oro Interiore, dal senso di appartenenza a qualcosa di molto più grande.

La Luna ed il Sole a 27° della Vergine saranno in opposizione a Chirone retrogrado a 26° dei Pesci, tra la Prima e la Settima Casa (Io Sono/Noi Siamo). Si apre una finestra da cui filtreranno i ricordi legati ad ogni distacco, allontanamento, abbandono, rifiuto subito.

I due Luminari brilleranno con discernimento, lasciando che la visione sia quanto più distaccata possibile da eventuali stati dolorosi, così che, prendendo atto, possiamo girare le spalle con serenità al nostro passato.

E’ l’emersione del ricordo dell’Uno, l’Androgino che eravamo, prima che ci fosse inserito il Corpo Calloso che ha separato i due emisferi cerebrali, portando ad un senso di enorme estraniamento da noi stessi.

Allontanarsi dalle ferite di separazione significa lasciarsi alle spalle lo stato di coscienza che giudica e divide, in favore di una visione di puro Flusso e Respiro libero.

Sarà l’ultima volta che questo Asse Novilunio in Vergine/Chirone in Pesci si attiva. Questo Asse zodiacale ha portato un grande servizio a partire dal 2010, quando Chirone tornò nei Pesci dopo più di 40 anni.

Il servizio è stato quello di insegnare agli umani ad incanalare la forza emozionale dentro le competenze intellettive, affinché le variabilissime sfumature delle espressioni umane possano colorare il mondo in maniera creativa. 

Il 17 aprile 2018 Chirone entrerà in Ariete e andremo a guarire l’immagine di noi stessi, allineando dentro e fuori nel corso di otto anni di transito del Maestro Dharmico in questo Segno di Fuoco, il Pioniere.

Ora possiamo aprire il Cuore lasciandoci attraversare dalle correnti d’amore che faranno risuonare alcune corde speciali.

Non sarà facile, ormai lo abbiamo capito bene, ma abbiamo anche gli strumenti giusti per completare anche questo cerchio.

Stefania Gyan Salila

http://ashtalan.blogspot.it/2017/09/astrologia-intuitiva-novilunio-in.html

* Procediamo verso il Cuore attraverso il Triplo Trigono di Fuoco in vista dell’eclissi

Siamo ad una settimana circa di distanza dal Novilunio in Leone del 21 agosto, a cui si accompagna l’Eclissi totale di Sole.

Il triplo Trigono di Fuoco è già attivo in Cielo tra Sole in Leone, Urano in Ariete e Saturno in Sagittario congiunto alla Luna Nera.

Ecco quello che stiamo vivendo: il Processo di Dissolvimento dell’Ego per incontrare il Mondo del Cuore, dentro il quale può scoccare la scintilla di Alchimia trasformativa  che ci sta trasportando verso il Matrimonio degli Opposti del Novilunio.

Oggi la Luna si è trovata in congiunzione con Urano in Ariete, mettendo luce nell’inconscio e le ferite probabilmente si sono fatte sentire.

Chi sta in osservazione in questi giorni può avere l’opportunità di guardare meglio, di comprendere più a fondo.

Possiamo solo essere grati alla luminosità da cui veniamo benedetti.

Quanto più prendiamo coscienza dei diversi aspetti, tanto più sarà possibile trovare la Pace, quella vera, in cui tutto ciò che è conflitto viene osservato ma non risuona più. .

La chiamata di questo Cammino nel Corridoio delle Eclissi è di Bruciare per Trasformare.

Il Fuoco della Purificazione Interiore sta cambiando i territori del sentire, liberando spazi da vecchi ricordi.

Se ci sentiamo ancora una volta sfidati a stare dentro conflitti vecchi come noi, è solo per non perdere di vista i punti su cui mollare la presa.

Se ancora il vecchio nemico che credevamo sconfitto è in piedi e ci sorride beffardo, non è per spingerci necessariamente a reagire. La rabbia può essere forte nei confronti di quella situazione. Possiamo sentirci vittime di un dato comportamento che non pensiamo di meritare. La verità dell’ingiustizia subita può farci saltare dalla sedia.

Prendiamocene la responsabilità.

Il prossimo Novilunio in Leone del 21 agosto è una chiamata alla Responsabilità. Tutto è frutto di una scelta profonda. La rabbia la sfoghiamo in uno spazio protetto, non la gettiamo addosso ad alcuno.

Ci prendiamo il compito di urlare la frustrazione in un momento di solitudine, dove creare la dignità di dare sfogo alle emozioni scomode. Ci prendiamo l’impegno di correre la nostra rabbia, di nuotarla, di scriverla, di picchiarla contro un cuscino. 

Così davanti all’ennesima sfida del grande nemico potremo vederlo per quello che è: un attivatore del processo di elaborazione del Potere.

Il conflitto arriva quando non vogliamo riconoscere il nostro potere e ci facciamo sopraffare da quello altrui. Quando non abbiamo una buona relazione con le autorità, sia genitoriali che sociali.

Il Potere è sapere ciò che si è e prendersi il compito di manifestarlo, avere un buon rapporto con la vita quotidiana e diventare autonomi.

Tutti questi sono gli insegnamenti del Novilunio in Leone enfatizzato dai Trigoni di Ariete e Sagittario.

L’elemento Fuoco è maschile, per cui lo spazio del Cuore (Leone) che si apre ha una richiesta forte con sé.

E’ il tempo della scelta, della forza di volontà, dell’impegno. Scegliere se stessi, la propria verità, non cedendo più ai compromessi, che si dissolverebbero in un attimo (Urano in Ariete).

Gli scheletri nell’armadio vanno arieggiati e possibilmente va data loro una degna sepoltura (Saturno congiunto alla Luna Nera in Sagittario). Se non si riesce a farlo subito, possiamo almeno prendere in considerazione l’idea.

Tutto questo Fuoco porta Luce.

Se ci sentiamo accecati, sopraffatti da troppe informazioni, moduliamo l’intensità attraverso il Respiro, ma sarebbe meglio rimanere presenti, perché questa è un’opportunità di cambiare stato di coscienza, di allargare la visione, di attivare quel Sacro Spazio del Cuore, che è il Portale Umano verso l’Infinito.

Questa è anche la chiamata.

In questo modo si azzera la paura della sofferenza, cioè tutti i retaggi che ci hanno impedito di amare, ma soprattutto di farci amare (la parte femminile del Novilunio). Farsi amare, ricevere, è l’aspetto femminile della relazione. Fermarsi ed accogliere, aprirsi all’abbraccio.

Il Sole nell’Eclissi diventa femminile, permettendo alla Luna di azzittirlo, di spegnere il Calore ed il Fuoco. E’ un invito a lasciar andare, ancora una volta, il conflitto, soprattutto quello tra Maschile e Femminile, come simboleggiato dalla congiunzione tra Saturno e Luna Nera, che nel momento dell’Eclissi toccheranno i 21° del Sagittario.  

Se la storia umana è contrassegnata da continue lotte, quelle memorie si trovano tutte dentro il nostro DNA.

Quanti massacri perpetrati nel confronto del Femminile? Quali sono le memorie passateci dalle nostre antenate? Siamo arrivati al momento in cui stiamo liberando quel dato imprinting.

Stiamo guarendo la Linea del Tempo, liberando la voce repressa del dolore del passato, il famoso baratro di paura che ci sentiamo dentro le viscere.

Spesso non è nostro, lo sentiamo per fedeltà alla nostra stirpe. Possiamo anche decidere di averlo portato per abbastanza tempo, possiamo anche lasciarlo andare. Questo è il senso di Saturno congiunto alla Luna Nera. Accettando quell’eredità, sì, ma con la forza di chi desidera solo stare bene e non resiste più al peso della Vita.

Se ci sentiamo schiacciati dalla Vita, è arrivato il momento di spostarsi. Il corpo sta collaborando perfettamente in questo. Ed il processo diventerà sempre più preciso man mano che questa settimana passerà. 

Il Sistema di Prendersi Cura Attraverso il Colore Aura-Soma ci supporta in questo viaggio grazie al Rescue Eterico, il Raggio dell’Arancione, colore legato al Secondo Chakra.

Con questo Olio ci si aiuta a ricompattare il corpo emozionale, se ci sentiamo estraniati, isolati, frammentati. Massaggiando l’Olio sulla parte sinistra del corpo, possiamo lavorare per sentirci di nuovo Uno, integri, inclusi, radicati, in contatto con le emozioni e di nuovo guidati verso l’acquisizione del Piacere.

Perché fondamentalmente la Vita E’ Piacere.

 

 

Fonte: http://ashtalan.blogspot.it/2017/08/in-cammino-dentro-il-corridoio-delle.html

.