* Cosa sarà…oh, cosa sarà…

Jimmy Lawlor - Tutt'Art@ (11)

cosa sara’
che fa crescere gli alberi la felicita’
che fa morire a vent’anni
anche se vivi fino a cento


cosa sara’

a far muovere il vento
a fermare un poeta ubriaco
a dare la morte per un pezzo di pane
o un bacio non dato


oh cosa sara’

che ti svegli al mattino e sei serio
che ti fa morire ridendo di notte
all’ombra di un desiderio


oh cosa sara’

che ti spinge a domare una
donna bassina perduta
la bottiglia che ti ubriaca
anche se non l’hai bevuta

cosa sara’
che ti spinge a picchiare il tuo re
che ti porta a cercare il giusto
dove giustizia non c’e’

cosa sara’
che ti spinge a comprare di
tutto anche se è di niente che hai bisogno

cosa sara’
che ti strappa dal sogno


oh cosa sara’
che ti fa uscire di tasca dei
no non ci sto ti getta nel mare
ti viene a salvare


oh cosa sara’
che dobbiamo cercare
che dobbiamo cercare

cosa sara’

che ci fa lasciare
la bicicletta sul muro
e camminare la sera con un amico
a parla del futuro


cosa sara’

questo strano coraggio
paura che ci prende
che ci porta a ascoltare
la notte che scende


oh cosa sara’

quell’uomo e il suo cuore benedetto
che e’ sceso dalle scarpe e dal letto
si e’ sentito solo
e’ come un uccello che in volo
e’ come un uccello che in volo
si ferma e guarda giu’

Lucio Dalla

http://youtu.be/UNlS7qfMDl4

* La buona notizia del venerdì: scambiare i regali indesiderati si può

Babbo-Natale-tra-i-libri

Non ti piace il regalo che hai ricevuto questo Natale? In Germania potresti scambiarlo con un bestseller !

Scopriamo insieme questa fantastica iniziativa!

Inutile negarlo, ogni anno ognuno di noi riceve un regalo che reputa inutile o che è proprio estraneo a ogni tipo di gusto personale. Ma quest’anno, almeno in Germania, esiste una soluzione a questo problema.

L’editore tedesco Bastei Lübbe, infatti, ha inventato e realizzato un macchinario in cui si deposita il regalo che non abbiamo apprezzato e che, premendo un semplice tasto, ti offre in cambio un libro.

La macchina girerà tra vari centri commerciali, in particolare si troverà il 28 dicembre a Monaco, il 29 a Ingolstadt e il 30 a Norimberga.

L’iniziativa, che vede protagonisti la casa editrice Bastei Lubbe e le librerie Hugendubel, durerà solo alcuni giorni, ma è unica nel suo genere. 

I libri dati in cambio dei regali, inseriti all’interno della macchina, sono bestsellers di autori come Rebecca Gable e Ethan Cross.

macchina-libri-germania

Ma dove finiscono i vostri regali? Qualunque sia il valore del regalo inserito, verrà donato in beneficienza. Il donatore potrà scegliere tra sette bestseller proposti dall’editore, tra cui compaiono anche due opere per bambini.

Come recita la macchina, “I libri sono i regali migliori” e questa è senza dubbio un’iniziativa utile per incentivare la lettura e per liberarsi di quei regali che non ci piacciono, aiutando chi ne ha invece bisogno.

http://libreriamo.it/2015/12/28/germania-i-regali-di-natale-indesiderati-si-trasformano-in-libri/


* L’anno che verrà…una vita a cinque stelle

“ chiccolino dove sei?
sotto terra non lo sai?
e là sotto non fai nulla?
dormo dentro alla mia culla!
Dormi sempre..ma perchè?
Voglio crescere come te!
E poi…quando crescerai, chiccolino che farai?

 

Come continua non me lo ricordo più. Ricordo solo che me la cantava  mia nonna, questa filastrocca. Forse qualcuno si ricorda come continua..
E’ dall’inizio dell’anno, di questo 2018, che mi torna in testa, come certi motivi che improvvisamente vengono alla mente, la invadono e ti ritrovi in momenti impensabili a canticchiare.
E già…L’inizio…che viene dopo la fine…( ma siamo proprio sicuri?…e se venisse prima? quasi quasi ci voglio provare…dipende se guardi indietro o se guardi avanti..o no?)
E giù un fiume di previsioni, di bilanci, di statistiche, di opinioni, di oroscopi, di propositi per l’anno che verrà.

C’è entusiasmo, c’è pessimismo, c’è aspettativa, c’è speranza…

E io mi domando…Il chiccolino si chiede se c’è un inizio e una fine?
Per lui c’è solo un ciclo che si ripete, si ripete ad ogni stagione e per lui è così, la sua evoluzione nel grande tempo, nel suo regno, Il regno vegetale. Le modalità sono sempre le stesse: seme, pianta, frutto, seme, da quando c’è vita sulla terra e fino a quando ci sarà questo genere di manifestazione.

E il risultato c’è!

*****

E io mi domando…io mi chiedo se c’è un inizio e una fine? Subito aggiungo, rispetto a che cosa? Al grande tempo, alla mia evoluzione karmica o a questa vita, a questo anno, a questo mese, a questo giorno?
Quante domande…e mi rispondo con confronti, con bilanci, con giudizi…
Come ero prima, come avrei voluto essere, cosa mi sono proposta di essere…, cosa mi aspettavo…, cosa ho raggiunto…, no! non ce la farò mai! Ho già ..nta anni! E’ troppo tardi…Ormai!…eh! sì! ma da oggi in poi…giuro! Cambierà…Mi farò vedere di cosa sono capace! Domani inizio a fare.. questo, quello, quell’altro, meglio questo, meglio quello…
forse quello che fa la mia amica…eh! si lei che…in TV ho sentito che fa bene…
“Lascio tutto e vado in India.”…( si diceva qualche millennio fa)
E mia nonna:…”per la via nuova, sai quello che perdi ma non sai quello che trovi”

*****

E’ dell’essere umano possedere una mente che distingue, ragiona, progetta, inventa, confronta, elucubra, sceglie…come mettere in atto il suo progetto di vita.
A volte si lascia portare dalla corrente di altri progetti, di  scelte altrui..
A volte si lascia influenzare da giudizi o da false ambizioni…
A volte vede la fine come una fine e basta…e si rassegna alla routine.

*****

Se guardo in faccia la mia vita, va bene fare un bilancio purchè sia un inizio per una vita più soddisfacente. Dipende da me cambiare.

E da chi, se no !

Fai tante cose, alcune ti piacciono, altre no, alcune servono per fare quelle che ti piacciono,molte sono necessarie per il tuo genere di vita, molte le fai per un senso del dovere.

Fai uno schema  della tua settimana tipo, annota tutte le tue attività, come sono distribuite nelle giornate della settimana.

Ecco un esempio:

Dai ad ogni attività un voto di gradimento o scegli dei colori, uno per ogni attività secondo una graduatoria dei tuoi preferiti.

Cerca di distribuire le tue attività in modo che ogni giorno ce ne siano non più di 7, meglio 5.

Fai in modo che ogni giorno ci sia una attività con un voto alto o con il tuo colore preferito.

Se non c’è ancora nella tua settimana aggiungila: può essere una attività sportiva, una seduta dal parrucchiere, un momento di relax leggendo o passeggiando, una chiacchierata al telefono con una amica, un gelato in inverno, una rosa sul tuo tavolo di lavoro….

E vedrai come dopo qualche settimana ti verrà voglia di cambiare i colori di certe attività, e dare loro un voto alto o annotarle con il tuo colore preferito.

Tu puoi essere l’artefice della tua vita.

Ogni momento può essere un inizio! Se vuoi puoi!

*****

E’ semplice e possibile! Io l’ho fatto! E funziona!

Provaci anche tu e avrai la tua vita a più di cinque stelle!

*****

* Per favore rinuncia ai botti di Capodanno…Miao! Bau! Prr! Cip cip!

animali-spaventati-dai-botti-di-capodanno_01

Tutti i sindaci italiani emanino un’ordinanza che vieti l’utilizzo di petardi e botti per i festeggiamenti di Capodanno.

E’ la richiesta della Lav all’Anci perché le feste non si traducano in una tragedia per gli animali, oltre che per salvaguardare l’incolumità delle persone.

Secondo i dati resi noti dal Dipartimento della pubblica sicurezza il bilancio complessivo degli incidenti legati ai festeggiamenti di San Silvestro solo nel 2012 è stato di due morti e 561 feriti (di cui 76 minori di 12 anni).

”L’emanazione di un’Ordinanza è un atto di responsabilità sia per tutelare l’incolumità pubblica, sia per evitare le conseguenze negative a carico degli animali domestici spiega la Lav in una nota -e della fauna selvatica. Il fragore dei botti, infatti, oltre a scatenare negli animali una naturale reazione di spavento, li porta frequentemente a perdere l’orientamento, esponendoli, così, al rischio di smarrimento e/o investimento.
In caso poi di esplosioni vicino all’animale, le conseguenze possono essere molto più drammatiche, causandone spesso il ferimento o la morte per ustioni e bruciature”. ”

 

gatto

 

 

Gli animali, inoltre, hanno l’udito molto più sviluppato di quello umano e i forti rumori li gettano nel panico, inducendoli a reazioni istintive e incontrollate, come gettarsi nel vuoto, divincolarsi spaventati, scavalcare recinzioni e fuggire in strada mettendo seriamente a repentaglio la loro incolumità e quella degli altri. sottolinea.

” Ogni anno sono tantissime le segnalazioni di cani smarriti dopo Capodanno – ricorda Ilaria Innocenti responsabile del Settore Cani e Gatti Lav- e numerosissimi gli ingressi nei canili, soprattutto di cani e gatti investiti dalle automobili, oltre, purtroppo, agli animali morti in seguito alla fuga dovuta al panico che si scatena in loro a seguito delle esplosioni”.

Cosa possiamo fare per aiutare i nostri amici pelosi e non?

Seguire questi consigli:

Teniamo gli animali il più lontano possibile dai festeggiamenti e dai luoghi in cui i petardi vengono esplosi

Non lasciamoli soli. Gli animali fobici potrebbero avere reazioni incontrollate e ferirsi, quindi è necessario stare loro vicino, senza esagerare con coccole e carezze. E’ necessario mostrarsi tranquilli e felici, cercando di distrarli, se possibile, con giochi e bocconcini, mostrando che non c’è nulla di cui preoccuparsi.

Non lasciamoli in giardino. Tenere in casa o in un luogo protetto e rassicurante anche gli animali che abitualmente vivono fuori in modo da scongiurare il pericolo di fuga.

Teniamo alto il volume di radio o televisione in modo che venga attutito il rumore dei botti proveniente dall’esterno, chiudendo le finestre e abbassando persiane.

Lasciamo che si rifugi dove preferisce, anche se si tratta di un luogo che normalmente gli è “vietato”.

Durante le passeggiate teniamoli al guinzaglio, evitando anche di liberarli nelle aree per gli animali per evitare fughe dettate dalla paura.

E’ fondamentale non portarli fuori a mezzanotte o nelle ore immediatamente precedenti perché spesso gli scoppi iniziano con anticipo.

Nei mesi precedenti facciamo visitare l’animale da un veterinario comportamentalista che prescriverà la terapia da seguire, sia comportamentale che, nel caso si necessario, farmacologica.

Evitiamo soluzioni fai-da-te somministrando tranquillanti, alcuni sono addirittura controindicati e fanno aumentare lo stato fobico.

Sensibilizziamo l’opinione pubblica, e soprattutto i bambini, su quanto questi inutili rumori possano essere dannosi per i quattro zampe.

( Per esperienza personale è consigliabile aggiungere alla pappa o nell’acqua da bere 4 gocce di Rescue Remedy)

appello

Chi ama gli animali non spara botti.

https://www.2duerighe.com/attualita/96163-fuochi-san-silvestro-2018-dai-sequestri-ai-divieti.html

* Il transito di Saturno in Capricorno: L’età adulta della saggezza per costruire il nuovo che aspetta di esserci.Qualunque cosa accada

Considero i transiti saturniani come importantissimi capisaldi dell’evoluzione umana.

Anticipare le sue mosse prepara il Cuore ad un cammino elevato.

Conoscere i suoi passi fa sì che possiamo mantenere alta l’attenzione e la vibrazione, senza farsi scoraggiare dalle apparenti difficoltà, che altro non sono se non test di verifica del nuovo stato di coscienza acquisito.
Pubblico qui di seguito i doni di questo passaggio per i dodici Segni, ed il significato della presenza del Maestro nelle dodici Case Astrologiche della mappa individuale. Lì dove si trova il Capricorno nel Tema Natale, i valori di quella Casa diventano importanti alla luce della crescita personale, terreno di sfida e di confronto tra ciò che tendiamo a voler conservare, e le nuove parti che lentamente, con cura  ed attenzione, emergono per manifestarsi.

Chi è Saturno, quale Archetipo rappresenta per noi umani? Esso è il Maestro Interiore, la nostra parte che tende all’Illuminazione, che ci guida, a volte in modo severo che ci perdiamo in auto-indulgenza e pigrizia, con mano ferma, indicando la direzione più diritta possibile verso gli obiettivi esistenziali.

I valori del Segno del Capricorno, Elemento Terra, dove Saturno transiterà dal 20.12.2017 al 17.12.2020, sono la Bellezza della Tenacia e del Senso di Responsabilità. Cosa significa prendersi la responsabilità di se stessi?

La mia esperienza personale mi ha insegnato che ascoltando tutte le nostri parti, dando loro lo spazio giusto nel momento giusto, ci prendiamo la responsabilità di manifestare ciò che siamo, anche le situazioni apparentemente in contrasto tra loro. Entriamo in un triennio (dicembre 2017/dicembre 2020) in cui arriva il tempo dell’integrazione degli opposti, il tempo del SI’ all’Esistenza, oltre i divieti, i giudizi, i tabù. Saturno in Capricorno solleciterà ciascuno ad entrare in contatto con la propria Essenzialità, facendoci questa domanda: quale parte di te vuoi manifestare oggi? Ed esso consoliderà i nostri tentativi di rendere giustizia a ciò che siamo nella nostra totalità ed integrità.

Ascolta il corpo

Questo è un punto fondamentale. Il corpo fisico è un elaboratore di dati che arrivano dal Cosmo ed entrano in contatto attraverso i Centri Energetici Umani. Esso ci parla continuamente ed instaurare una relazione sana con il distretto corporeo è la base di qualsiasi cammino. Comprendere il Cielo con l’aiuto del linguaggio fisico significa integrarne la Bellezza sulla Terra. Siamo tutti Antenne Ambulanti.

Lo Stellium in Capricorno durante l’ingresso di Saturno

Il momento che segna il punto 0 dell’ingresso di Saturno in Capricorno vede la presenza sia della Luna Nera che della Luna in Capricorno. La prima è congiunta a Saturno, l’altra è congiunta Plutone. Entrambi gli aspetti richiamano l’attenzione degli umani verso il Profondo, dove già sta operando Giove, in quei giorni a 14° dello Scorpione, in Sestile con Luna e Plutone, cioè a supporto di un’eventuale elaborazione dei contenuti più scomodi a cui vorremmo aprirci da lì in avanti e per ben tre anni.

Essendo questo il Battesimo che Saturno riceve, lo Stellium lascia un imprinting su tutto il periodo successivo, inaugurando un periodo di bisogno di silenzio e di introspezione. Tutto quello a cui ci saremo aperti durante il transito del Maestro in Sagittario (settembre 2015/dicembre 2017) trova un consolidamento e radicamento. Tutto quello che non fa parte del percorso del Cuore, cioè della Verità, è in qualche modo portato a disseccarsi e morire. 

Infine il collegamento con il Sincronario Galattico. Il 26.07.2013, Anno del Seme Giallo Solare, Kin 164, (l’intenzione di portare a maturazione tutte le potenzialità), ci siamo incamminati lungo un periodo di transizione post 2012. Il Raggio del Kali Yuga era terminato. La Terra è uscita dal periodo del Ferro e del Fuoco. Per evitare il caos, siamo ora e fino al 2020 sotto la custodia Siriana. Sirio è una stella binaria, a livello esoterico viene considerato il Sole del nostro Sole, ed è da lì che molta di questa conoscenza galattica proviene. Molti di noi provengono da altri mondi e siamo arrivati qui in missione per riattivare la memoria perduta, ricordandoci innanzitutto di aver perso la strada di casa, ricontattando il Viaggiatore del Tempo che dorme in noi.  La custodia Siriana vuole accompagnare la Coscienza Collettiva Umana all’acquisizione di uno stato di amore completamente dimenticato. La transizione è terminata il 24.07.2016, alla conclusione dell’Anno del Mago Bianco Planetario, Kin 114, (la manifestazione del Nuovo Tempo); il 26.07.2016 è iniziato l’Anno della Tempesta Blu Spettrale, Kin 219, (spazzare via ogni vecchia struttura), la cui energia ha catalizzato il Nuovo Raggio, che viene stabilizzato dal 26.07.2017 (Seme Giallo Cristallo, Kin 64 – condivido le mie potenzialità) al 24.07.2020 (Mago Bianco Magnetico, Kin 14 – attivo il Nuovo Tempo), per aprire la strada al Regno della Telepatia.

Questo periodo di transizione ha dunque il compito di incanalare il processo di destrutturazione del mondo così come lo conosciamo, affinché il passaggio verso una nuova visione sia quanto più delicato possibile.

Nel 2013 Saturno si trovava in Scorpione, dove oggi c’è Giove – allora fummo tutti portati a renderci conto della più grande verità che stava nascosta in noi, per farci i conti e prendercene cura. Nel 2020 sarà Giove a trovarsi nel Capricorno, periodo in cui saremo chiamati a radicarci dentro tutto quello con cui siamo riusciti a fare i conti nel frattempo.
Siamo invitati all’interno della grande comunita’ galattica ma prima dobbiamo strappar via ogni strato di illusione acquisita

“aprire cuore e mente per volare oltre il sole comparando una visione molto nota degli archetipi umani con la nuova visione della matrice galattica possiamo allargare i confini rispetto a chi pensiamo di essere, a quale riteniamo essere il nostro posto qui sulla terra rispetto al cosmo oltre noi, oltre il sistema solare, oltre al tempo cosi’ come lo conosciamo”


saturno in capricorno nei 12 segni – i doni

ariete: gettare le basi per una nuova costruzione del se’ – fino a maggio 2018 il processo si esprime con fatica e resistenza. e’ la parte necessaria da affrontare per arrivare al nucleo. da li’ in poi si attiva una profonda guarigione del passato con l’ingresso di chirone nel segno a maggio 2018. occasione per superare il senso di abbandono, di rifiuto, di non riconoscimento. la tensione si allenta da ottobre 2018 a febbraio 2019. da marzo 2019 fino a dicembre 2020 assestamento e si parte con la fase costruttiva.

toro: inizio interessante, grande progettualita’, spinta creativa. da maggio 2018 l’accelerazione diventa ancora piu’ potente, lo spazio si amplifica e sara’ necessario osare, rischiare, per arrivare ancora piu’ in alto. urano inizia il suo transito nel segno fino al 2025. l’avvio di questo passaggio di grande velocita’ sotto l’egida di saturno garantisce ai nativi una buona base oggettiva da cui muoversi. tra il 2019 ed il 2020 si consolida la posizione sentimentale. oppure finiscono rapporti ormai inariditi.

gemelli: desiderio di fermarsi, radicarsi, espandersi orizzontalmente. la vita mette i nativi davanti alla necessita’ di agire anche per gli altri, prendere decisioni collettive, comuni. questo diventa possibile perche’ l’orizzonte si libera e rivela nuove prospettive d’azione, cosi’ svanisce il senso di obbligo morale o sociale e la responsabilita’ diventa scelta consapevole per risolvere un passato a volte ingombrante. da agosto 2018 fino ad aprile 2019 si respirera’ un’aria di grande determinazione chiudendo tutte le relazioni di dipendenza.

cancro: chiamata ad assumere il ruolo per cui si e’ nati. il mondo puo’ sembrare ostile ma e’ solo una rappresentazione di cio’ che si e’ diventati e la domanda e’: quanto siamo lontani da cio’ che siamo venuti a fare? e’ molto importante avere le idee chiare, superando paure e timori, operazione possibile ora che saturno in opposizione crea un ponte di collegamento con tutto quello che finora era considerato il nemico. tempo di pace e di ricompattare il se’.

leone: la posizione di quinconce di saturno ristruttura tutto quello che negli ultimi 12 anni era andato perduto, cioe’ da quando il maestro ha transitato nel segno (2005/2007). essendo una ristrutturazione, non si riformera’ una realta’ uguale alla precedente, ma si vedra’ manifestata la lezione che i nativi hanno dovuto faticosamente imparare. e’ tempo di aprirsi al nuovo, al possibile, superando tutti i no che l’innata diffidenza ha maturato. tempo di riconoscere il proprio potere ed esercitarlo con rispetto e dedizione.

vergine: si raggiungono grandi obiettivi, soprattutto si comincia a vedere che la realta’ prende la forma che da sempre vi auspicate. riuscite a sincronizzare il ritmo interiore con quello del mondo esterno ed questo vi permette di osare, di spingere il passo un po’ piu’ in la’ del solito senza timore. l’uscita di chirone dall’opposizione a maggio 2018 finalmente conclude un ciclo pesante di confronto con il vuoto. molti di voi sono guariti nel frattempo. chi invece si e’ preso ancora del tempo per farlo, finalmente si sentira’ di nuovo vivo e reattivo. con calma arriverete tutti all’obiettivo finale. qualunque esso sia.

bilancia: presa di responsabilita’ e’ la parola d’ordine in assoluto. cio’ significa ampliare il respiro e ascoltare la voce interiore oltre la paura, emozione base di questi nativi. sgusciare fuori da se stessi, dalle trappole della ricerca di equilibrio percependo che gia’ siete li’ e non dovete aggiungere nulla, ma togliere, fermare i pensieri e costruire un ambiente di armonia dentro la vostra testa. imparate il silenzio, la contemplazione, respirando dentro il cuore e prendetevi la responsabilita’ di manifestare cio’ che percepite. 

scorpione: saturno in capricorno vi dona la possibilita’ di cominciare il viaggio iniziatico di giove nel segno con una buona struttura interiore di serenita’, cosi’ che vi sentiate comodi nell’esplorare paesaggi sconosciuti. plutone in capricorno vi supporta donandovi distacco e tenacia. e’ l’occasione per apprendere una modalita’ per diventare testimoni di se stessi, liberandovi dalla schiavitu’ emozionale. da maggio a novembre 2018 avrete in dotazione una grande forza intuitiva che serve a guarire il senso di inadeguatezza e disistima.

sagittario: ora il fuoco interiore si placa e diventa costruttivita’. da settembre 2015 saturno nel segno vi ha permesso di seminare e fondare basi da cui ora raccoglierete, cambiando la vita quotidiana e voi stessi. il processo evolutivo ora si trasforma interiorizzandosi. alla fine del 2020 probabilmente non vi riconoscerete piu’ rispetto ad adesso. se vi concentrate, in questo triennio riuscirete a concretizzare anche le visioni piu’ ardite, soprattutto dopo maggio 2018, quando urano supportera’ saturno nell’abbattere barriere che sembravano insormontabili.

capricorno: l’ingresso del maestro nel segno crea uno stellium potente – saturno congiunto alle luna nera, plutone congiunto alla luna. se c’e’ qualcosa che deve essere rivelato per venire alla luce, questo e’ il tempo. se vi sentite in gestazione da tanto, e’ il momento di partorire. quale parte di voi avete dimenticato lungo il cammino? a cosa avete rinunciato che  preme ora per essere vissuto? tempo di sperimentazioni oltre la forma e la conformita’, ora di creare spazio per l’inosato. se pensate di non riuscirci, le cicliche atmosfere danzanti tra saturno e plutone di potente destrutturazione e ristrutturazione della realta’ vi aiuteranno.

aquario: nel vostro cielo saturno arriva alle spalle e riporta tutto il passato che necessita di essere esaminato, integrato, elaborato, affinche’ vi apriate ad un nuovo divenire. saturno e’ governatore del vostro segno, per cui i suoi transiti sono estremamente nutrienti e vi aiutano a condensare sulla terra le visioni ultraterrestri di cui siete portatori. poiche’ senza radici non si vola, questo e’ il vostro turno per fare pace con quello che vi siete lasciati indietro cosi’ da proseguire in piena consapevolezza nella manifestazione della frequenza originaria con cui siete nati. cio’ significa trovare il proprio posto nella vita. 

pesci: sia l’ingresso di saturno a dicembre 2017 che l’uscita di chirone a maggio 2018 aprono e chiudono periodi epocali. la vostra parola d’ordine e’ ritrovare la pace, distaccarvi dal ruolo di vittima e decidere in autonomia che cosa volete fare della vostra vita da qui in avanti. saturno vi consegna le chiavi di casa. ora siete voi i padroni. come volete arredare la quotidianita’? come volete che sia l’esistenza? quale ruolo ritagliereste per voi stessi? usate la mente immaginativa, che e’ la vostra forza, e costruite dentro quello che il maestro vi aiutera’ a manifestare fuori.

saturno in capricorno nelle case

prima casa: ricompattamento, taglio dei rami secchi, chiamata all’essenzialita’, a camminare il sentiero di essere chi si e’ veramente. si diventa il maestro di se stessi.

seconda casa: lavoro sull’autostima, sull’elaborare la sensazione che il mondo sia un posto troppo grande per noi. prendersi la responsabilita’ di determinare un nuovo valore di se’

terza casa: bisogno di silenzio nella quotidianita’, ricerca di solitudine, che diventa solitarieta’, la gioia di stare in propria compagnia. sono possibili traslochi, magari tornando nella citta’ d’origine per recuperare qualcosa, per poi ripartire quando i tempi saranno maturi

quarta casa: si diventa il capofamiglia, dimostrando affidabilita’. si affronta la relazione con la figura paterna o con il suo archetipo, se il padre ha lasciato il corpo, sentendosi un suo pari, e non piu’ succubi o in ribellione. integrare l’eredita’ paterna.

quinta casa: dar vita a qualcosa, partorire un progetto, rendere concreta una creativita’ latente. per le donne possibili gravidanze, o difficolta’ a rimanere incinta. se si rimane incinta in questo periodo, il bambino svolgera’ il ruolo di maestro per la propria madre.  per gli uomini, probabile partenita’.

sesta casa: richiesta da parte dell’esistenza, del se’ superiore, del divino in noi di mettersi al servizio degli altri con il talento con cui siamo nati. possibili somatizzazioni dovute al mancato ascolto della parte animica. probabili difficolta’ sul lavoro se lo svolgiamo per paura della sopravvivenza e non per passione.

settima casa: necessita’ di chiarire la situazione sentimentale con il partner. il matrimonio o la convivenza hanno bisogno di essere messi in discussione per essere rivitalizzati. il partner diventa il nostro maestro e ci mette di fronte alle nostre responsabilita’ all’interno della coppia. desiderio di consolidare un rapporto a due. incontro con una persona importante, probabilmente un patto animico che diventa manifesto.

ottava casa: si va ad assumere il ruolo per cui siamo nati. e’ una investitura nella vita perche’ dimostriamo la forza di affrontare le prove piu’ importanti a livello esistenziale e non ci sottraiamo alle nostre responsabilita’.

nona casa: arriva un nuovo maestro nella nostra vita. aprirsi ad una nuova fase di apprendimento. trasferimento lontano da casa, viaggio a lungo termine, che apre a nuovi orizzonti.

decima casa: raggiungimento degli obiettivi di una vita. realizzazione del se’. elaborazione della relazione con la madre o con il suo archetipo se la madre ha lasciato il corpo, integrare l’eredita’ materna; per una donna diventare madre affrontando il proprio senso materno. per un uomo, elaborare la propria relazione con il femminile alla luce di come ha conquistato i propri obiettivi nella vita.

undicesima casa: diventare leader all’interno di un gruppo di umani. riconoscere il proprio ruolo di guida per gli altri. se non riusciamo, gli altri comunque ci porteranno a svolgere quel ruolo. distacco da eventuali soci con cui siamo rimasti finora per diventare autonomi nel guidare una realta’ sociale o societaria.

dodicesima casa: dal profondo dell’anima si attiva la voce del maestro che ci riconnette al presente. chiamata animica per rispettare il disegno che e’ stato scelto prima di prendere un corpo. maturare una profonda relazione con la parte spirituale.


Saturno è il Maestro dell’Anima, la Guida che ci stimola a trovare la Via Maestra del Cuore a volte con forza, quando non vogliamo ascoltare, a volte consolidando i nostri sforzi, quando impariamo ad affidarci.

Le svolte della Vita servono per cambiare direzione se ci siamo allontanati troppo dalla strada verso Casa. Le perdite e le mancanze possono essere valutate da questo punto di vista e considerate alla luce di un percorso guidato dalla nostra parte più luminosa, per il nostro Sommo Bene.

E’ la via dell’Adultità, quando impariamo a prenderci la responsabilità di noi stessi, anche se costa, anche se è scomodo, anche se dobbiamo esporci in prima persona. Anzi, è proprio per questo, per spingerci a conoscere la Verità, che Saturno entra in gioco.

Durante il mese di settembre Saturno ha viaggiato in compagnia di Lilith, il principio archetipico dell’Ombra.

Gli Antichi consideravano Saturno come Pura Luce Condensata, il distillato della Luce che diventa materia, collegandolo quindi alle ossa nell’emisfero del corpo fisico, in quanto parte bianca del corpo, sostegno, supporto, e simbolo fisico di elevazione, poiché attraverso la colonna vertebrale noi ci alziamo da Madre Terra verso Padre Cielo.

Dunque questa congiunzione è stata un Matrimonio Alchemico tra quella che consideriamo essere la nostra parte elevata e saggia e quella che non vogliamo vedere, ciò che non ci piace ed abborriamo di noi stessi, Lilith, che non è un corpo planetario, ma l’Ombra che la Luna proietta.

Poiché la Luna non splende di luce propria, ma di luce riflessa, il suo Archetipo rappresenta anche le illusioni, ciò che vogliamo vedere, ma che non sempre corrisponde a verità. Quando la sua Ombra è in azione, tutto questo si può trasformare in psicosi, ossessione, rabbia intensa. Lilith rappresenta questo, e nasce da una profonda ferita a cui reagiamo attaccando. Non è un aspetto che desideriamo mostrare, anzi ne siamo ciechi, non ce ne rendiamo conto, poiché è una parte nascosta, inconscia. Tuttavia è necessaria, visto che siamo ombra e luce ed è così che siamo veri, che acquisiamo volume, che sentiamo e viviamo nella totalità.

Cosa nasce da questo incontro tra Ombra e Luce, tra Saturno e Lilith?

L’embrione della Pace interiore.

Questo embrione viene ora nutrito dalla Presenza del Mondo Umido e Caldo della Luna in Sagittario, Luna di Fuoco, che suggella il nuovo Patto tra Archetipi, dove Saturno, che era l’antico Inquisitore pone fine alla guerra contro il Femminile Ribelle di Lilith, la Strega. Entrambi possono guardarsi placando l’odio, nel rispetto della reciproca Forza, senza più sentirsi minacciati. E’ la fine del conflitto che ha portato al senso di separazione sulla Terra, quando l’umano aveva iniziato a staccarsi dalle radici della Madre. E’ l’inizio del Ritorno a livello collettivo della Coscienza della Dea, l’umano ha ricostruito dentro di sé il ritorno alla Terra.

Tra il 30 ed il 31 agosto questa matrice è stata forte, andando a completare una parte del lavoro nato durante l’Eclissi .

Poiché il Sagittario è il Segno zodiacale che scarica sul Meridiano del Fegato, non stupiamoci se il nostro intestino o l’apparato digerente in generale, ne risentiranno, soprattuto se abbiamo forti valori in quel Segno.

Stiamo scaricando le antiche matrici conflittuali. Abbiamo dunque pazienza e rimaniamo nel lasciare andare. E’ necessario svuotarsi per potersi di nuovo riempire..

Da quando Saturno è entrato in moto diretto il 26 agosto scorso, tutto ciò su cui avevamo indagato interiormente a partire dallo scorso aprile 2017 diviene manifesto, quando era iniziato il suo moto retrogrado.

Saturno in Sagittario è il Fuoco della missione di vita che ci spinge a trovare il modo per donare il nostro contributo al benessere del pianeta e dei suoi abitanti. Per fare questo è necessario però sapere bene chi si è, imparando ad amare e rispettare se stessi, andando oltre la paura ed attivando la frequenza dell’Amore. Durante questi ultimi mesi il cammino è stato difficile perché è in questi territori delicati che ci siamo inoltrati.

Ora vivremo del frutto delle comprensioni elaborate là, grazie alle quali abbiamo potuto fare pace con l’Ombra, accettandone la presenza, ammirandone in qualche modo la potenza, pur con timore, riconoscendo un limite, con rispetto però, al di fuori del giudizio.

Questo è il senso della congiunzione di Saturno e Lilith, che proseguirà fino a novembre, quando l’Ombra della Luna passerà ad illuminare le acque dello Scorpione, insieme a Giove.

Ma questa è un’altra storia, e la si racconterà a suo tempo. 

Nel frattempo rimaniamo nell’ascolto del Ventre che parla attraverso le immagini che Luna, Saturno e Lilith vogliono inviarci. Sediamo in attenta osservazione perché questi sono momenti sacri di immensa guarigione.

E se arriviamo a sentirci inquieti, esasperati, stanchi, e demotivati, sfidiamo noi stessi ripetendo: Non Importa!

E’ uno dei più grandi insegnamenti di Tobias, qui il LINK, che ci rimette immediatamente nella spontaneità dell’Esistenza.

Qualunque cosa accada, non importa!

Ripeterlo è estremamente liberatorio: Non Importa!

http://ashtalan.blogspot.it/2017/10/conferenza-di-astrologia-intuitiva_25.html

 · 

Bisogna chiudere i cicli. Non per orgoglio, per incapacità o per superbia…semplicemente perché quella determinata cosa esula ormai dalla tua vita. Chiudi la porta…cambia musica, pulisci la casa, rimuovi la polvere. Smetti di essere chi eri e trasformati in chi sei.

(Paulo Coelho)

* Apri l’ombrello ……anzi gli occhi…piovono stelle!

Arrivano le Geminidi,

Il più intenso e misterioso sciame di stelle cadenti

Geminidi-2014

La pioggia di meteore delle Geminidi, che quest’anno avrà come picco tra il 13 e 15 dicembre, sarà la pioggia più intensa dell’anno.

Sarà martedì 13 il picco, fenomeno che, purtroppo, è previsto per le ore diurne mentre nella serata del 14 sorgerà una luna piena che ne ostacolerà ulteriormente l’osservazione.

Potrebbe interessarti: http://www.today.it/scienze/stelle-cadenti-geminidi-dicembre.html

Durerà per diversi giorni, sarà ricchissima come numero di meteore, e potrà essere facilmente vista da quasi qualsiasi parte del pianeta.
Tra le altre cose, è anche la pioggia preferita dell’astronomo della NASA, Bill Cooke, ma non per i motivi descritti sopra.
“Le Geminidi sono le mie preferite, perché sfidano qualsiasi nostra spiegazione.” racconta Cooke.
La maggior parte delle piogge di meteore proviene dalle comete, che rilasciano tantissime meteore piccole durante la notte, che si disolvono nell’atmosfera creando quelle che chiamiamo “stelle cadenti”.

Le Geminidi però sono diverse.
La loro “madre” non è una cometa, ma una strana roccia chiamata 3200 Phaethon, che rilascia davvero poca polvere e detriti, troppa poca per spiegare le Geminidi.
“Di tutti i detriti che passano vicino alla Terra durante l’anno, le Geminidi sono sicuramente le più massicce piogge meteoriche,” spiega Cooke. “Quando contiamo la quantità di polvere nel flusso delle Geminidi, viene fuori un rapporto 500 a 5 rispetto alle altre piogge, quindi di gran lunga di più.”

Eppure l’asteroide responsabile non è abbastanza massiccio per una cosa del genere. 3200 Phaethon fu scoperto nel 1983 dal satellite IRAS della NASA, e ovviamente fu subito classificato come asteroide.
Cos’altro potrebbe essere se no? Non aveva una coda; i suoi parametri orbitali intersecavano quelli della Cintura dei Asteroidi; ed i suoi colori sono molto simili a quelli di tutti gli altri asteroidi. Infatti, 3200 Phaethon è cosi simile all’asteroide della Cintura, Pallas, che potrebbe essere un pezzo di 5 km tagliato via dal blocco originario di 544 km.

3200_Phaethon_orbit

“Se 3200 Phaethon si è davvero staccato dall’asteroide Pallas, come pensano alcuni ricercatori, allora le meteore delle Geminidi sono resti di quel evento che viaggiano insieme all’asteroide.” specula Cooke. “Ma questa spiegazione non è in accordo con altre cose di cui siamo a conoscenza.
I ricercatori hanno analizzato con attenzione le orbite dei frammenti delle Geminidi, e hanno concluso che furono rilasciati da 3200 Phaeton quando quest’ultimo si trovava vicino al Sole, non quando si trovava nella Cintura dei Asteroidi, da dove si sarebbe secondo altri staccato dal più grande Pallas.

L’orbita eccentrica di 3200 Phaethon inoltre lo porta dentro l’orbita di Mercurio ogni 1.4 anni. Cosi il corpo roccioso riceve una regolare ondata di grande calore che potrebbe creare i getti di polvere che vediamo durante le Geminidi.

Per mettere alla prova quest’ipotesi, i ricercatori hanno usato le sonde gemelle della NASA: STEREO, che sono progettate per lo studio dell’attività solare. I coronografi a bordo delle sonde STEREO possono rilevare asteroidi e comete che passano vicino al Sole, e nel giugno del 2009 hanno rilevato 3200 Phaethon a soli 15 diametri solari dalla superficie del Sole stesso.
Quello che è successo dopo, ha sorpreso gli scienziati planetari della UCLA, David Jewitt e Jing Li, che hanno analizzato i dati. “3200 Phaethon è diventato,inspiegabilmente più brillante di un fattore di 2″ hanno scritto. “La spiegazione più probabile è che Phaethon eiettasse polvere, forse in risposta alla rottura di rocce sulla superficie(fratture termiche e decomposizione dei minerali idrati) per via dell’enorme calore in arrivo dal Sole.”
Jewett e Li, avevano ragione con la loro ipotesi della “cometa rocciosa”, ma sottolineano che c’è comunque un problema. La quantità di polvere che 3200 Phaethon ha eiettato durante il suo incontro con il Sole nel 2009 è soltanto lo 0.01 % della massa del materiale che cade sulla Terra durante le Geminidi, quindi neanche lontanamente abbastanza da spiegare cosa sta succedendo.
Forse la cometa rocciosa era più attiva nel passato…?
“Semplicemente non lo sappiamo” ha spiegato Cooke. “Ogni nuova cosa che impariamo riguardo alle Geminidi è un tassello in più per questo mistero.”
Questo mese, la Terra passerà attraverso le Geminidi,producendo fino a ben 120 meteore all’ora durante le notti con un cielo chiaro
Il momento migliore per vederle è probabilmente tra la mezzanotte e l’alba del 14 Dicembre, quando la Luna è bassa è la Costellazione dei Gemelli è alta nel cielo.

 

geminidi-big

Quelle delle Geminidi però non saranno le ultime stelle cadenti dell’anno: poco prima di Natale, nella notte tra il 20 e il 21 dicembre sarà infatti la volta delle Ursidi.

Per ogni scia nel cielo un desiderio che si può avverare…

un desiderio è solo l’obiettivo che voglio raggiungere…

è l’inizio del mio progetto per ottenerlo…

con la mia volontà posso ottenere ciò che desidero…

è possibile!

e le stelle mi forniscono l’energia…

tutte le stelle…

tutto l’universo

fonti.

http://www.today.it/scienze/stelle-cadenti-geminidi-dicembre.html

http://www.astronomitaly.com/blog/stelle-cadenti-dicembre-osservare-le-geminidi

* L’Arcangelo Azrael di Plutone e dello Scorpione

Il noto sensitivo Edgar Cayce spiega che gli angeli erano molto attivi perché co-creatori col Creatore e, come tali, crearono gran parte dell’universo che vediamo. Quanti angeli furono creati? Secondo gli egizi, ogni stella nel cielo è la luce di un angelo, e ci sono più stelle nella parte dell’universo che è visibile dalla Terra che granelli di sabbia su tutte le spiagge e tutti i deserti della Terra!

Ognuno di noi è un angelo negli eserciti celesti!

Arcangelo Azrael

Azrael (“Colui che Dio aiuta”, talvolta chiamato anche Izra’il, Azra’il, Ashriel, Azriel, Azaril) è l’Arcangelo che governa su tutto ciò che è occulto e misterioso, è il Custode della Vita e della Morte ed il Guardiano delle Anime.

Nel Libro di Tobia (Bibbia) e nel Corano Azrael appare come la personificazione della Morte, nella teologia islamica è uno dei quattro Arcangeli principali (con Mikhail, Djibril ed Israfil).

Nella tradizione invece del primo periodo cristiano, divenne noto come Esdras, il profeta che porta lo spirito del Messia. Fu in questa storia del primo Cristianesimo che si sostenne che Azrael fosse asceso al cielo senza sperimentare la morte.È anche ricordato come ” Angelo della Legge “

Azrael è anche raffigurato come il più astuto e saggio degli arcangeli.

Una storia del Corano dice che Dio chiese ai quattro arcangeli Michele, Gabriele, Uriel ed Azrael di raccogliere sette manciate di terra dalla base dell’Albero della vita nel Giardino dell’Eden. Essi realizzarono che solo tre di loro avrebbero potuto presentarsi al Signore con due manciate, mentre l’ultimo avrebbe potuto prendere solo una manciata. Michele e Uriel immediatamente iniziarono a discutere su chi avrebbe dovuto portare due manciate, e chi avrebbe dovuto portarne solo una. Gabriel cercò di mediare tra i due, ma fu distratto anche lui dalla polemica in corso, consentendo così ad Azrael di prendere da solo le sette manciate di terra che mise successivamente in una borsa e che portò a Dio.

Azrael ( “Dio fortifica”) è uno dei capi degli Angeli Caduti.

Azrael insegnò agli uomini come fabbricare spade e scudi, e alle donne come abbellire le palpebre. Egli è “ il cavalcatore del serpente, seduttore degli uomini, alfiere di Satana, e rifiutò di chinare la testa davanti all’Adamo appena creato da Dio”.

Azrael è sempre stato una divinità ben nota gli antichi.

La sua funzione principale infatti fu (ma lo è tuttora e lo sarà in futuro) quella di accompagnare nell’aldilà le anime degli esseri umani.

Così l’Arcangelo fu noto agli egizi come Osiride, fu venerato come Anubi, il custode delle porte oscure del regno dei morti; Yama per gli Indù, Tanit per i fenici, ma anchePlutone, Ade, Caronte, il traghettatore delle anime dal mondo materiale a quello invisibile.

Azrael tiene il rotolo dove sono scritti i nomi di tutti gli esseri umani. Quando si avvicina il giorno della morte di una persona, una foglia col suo nome precipita dall’albero situato sotto il trono di Dio e dopo che quaranta giorni sono passati, Azrael separa l’anima dal corpo.

Ma Azrael è molto di più. Dalle sue mani nasce il “fiume Lete“, l’acqua che dà alla entità che lascia il corpo fisico l’oblio sulla vita appena trascorsa e le permette di riposare e riacquistare consapevolezza della sua natura divina.

Lui le apre le porte del Devachan, un luogo di serena beatitudine, in attesa di tornare a reincarnarsi con un compito nuovo, in un nuovo corpo e con una memoria libera di ricordi.

E’ dunque ad Azrael che fanno capo le legioni di “aiutatori invisibili” che si pongono accanto agli esseri umani in punto di morte, che ne guideranno con dolcezza i primi passi a comprendere la nuova realtà, ad allontanarsi dal corpo fisico ormai inutile ed incamminarsi verso la Luce.

Essi accorrono verso qualunque preghiera, detta in qualunque lingua, rivolta a qualunque altra divinità poichè le barriere di culto, di razza e di credo, esistono soltanto sulla Terra.

Azrael sviluppa negli esseri umani la capacità di sondare il mistero, la ricerca delle leggi inesplorate della natura.

E’ l’Arcangelo protettore degli occultisti, che anticamente si chiamavano Pizie, Sibille, Pitonesse e vivevano in appositi, veneratissimi luoghi di culto, e la loro vita aveva una dignità sacerdotale.

Sotto alla protezione di Azrael si trovano tutti i sacerdoti e le guide spirituali di ogni popolo e di religione, uomini con il compito speciale di guidare altri uomini verso il mistero della Divinità.

Azrael governa la sessualità e la morte-rinascita, le due tematiche sono infatti indissolubilmente legate: attraverso un atto sessuale nasciamo nel mondo fisico e mediante la padronanza dell’energia sessuale possiamo raggiungere l’immortalità.

Azrael domina la costellazione dello Scorpione, il suo giorno è il sabato , il colore il rosso-scuro e il nero.

costellazione dello scorpione
Lo Scorpione è un segno di Acqua collegato all’ottava casa dello Zodiaco, cioè alle tematiche di vita e morte, di ciò che è nascosto, e alla sessualità.

Plutone governa il segno dello Scorpione, è il nono pianeta del sistema solare.

Nella mitologia greca era chiamato Hades (“occulto”, “invisibile”, tra l’altro spesso indossava un elmo che lo rendeva impercettibile alla vista), figlio di Crono (Saturno) e di Rea (Cibele).

Il suo dominio era quello degli Inferi, il mondo sotterraneo che riuniva insieme i dannati (nel Tartaro), ed i giusti (nei Campi Elisi).

Plutone poteva punire ma anche ricompensare, in pratica reggeva insieme Inferno, Purgatorio e Paradiso.
Plutone rappresenta il potere rigenerativo e la nostra capacità ai cambiamenti radicali e alla rinascita: cicli della morte e del divenire.

 

A volte i cambiamenti provocano un senso di perdita, di mancanza anche in senso fisico, come una morte di una parte di noi. Ma la morte è solo un mutamento di stato, di dimensione. Annuncia la rinascita.  Questa è la spinta che annuncia il nuovo,e se la consideriamo una risorsa, il nuovo ci darà subito la visione di un futuro luminoso.

 

Il dono di Azrael ai nati sotto il suo segno, lo Scorpione, è il fascino; un magnetismo particolarissimo che nessun altro segno zodiacale possiede…

 

fonti.
http://www.iltempiodiastarte.com
(Giuditta Dembech) Tratto dal libro di Giuditta Dembech
Evelyn De’ Morgan “The Angel of Death” & “The Field of the Slain”(30 August 1855–2 May 1919)