* Roma > amoR

Alcuni amici, che vogliono lavorare per il progetto Roma – amoR, mi comunicano che oggi 25 luglio 2013, alle ore 19, si incontreranno a Roma, al Circo Massimo.

Io sto lavorando in modo molto intenso per il mutamento e non so se ci sarò fisicamente, ma certamente ci sarò con il cuore e con la volontà di trasformare questa bella città in un centro di pace e di armonia di tutto il mondo.

Io sto lavorando in modo molto intenso per il mutamento e non so se ci sarò fisicamente, ma certamente ci sarò con il cuore e con la volontà di trasformare questa bella città in un
centro di pace e di armonia di tutto il mondo.

C’è un mutamento profondo in atto, mutamento che si sta manifestando all’interno di ciascuno di noi e anche in fatti esterni, imprevisti, che cambiano i nostri modi di agire e di cooperare con gli altri. Per me è un fenomeno bellissimo e straordinario; impariamo a collaborare,riconoscendo e rispettando le reciproche diversità, in modi trasparenti e utili gli uni agli altri.

circus-maximus-circo

.

Allegando l’annuncio dell’appuntamento “segreto”, ti auguro un mutamento profondo,

Giuliana Conforto

L’APPUNTAMENTO “SEGRETO” (non siamo autorizzati ufficialmente, ma potremmo ritrovarci silenziosamente e non dare disturbo..quindi non essere notati…non ci interessa essere visti, ci interessa chiedere,insieme all’universo una bellissima pace planetaria e un’allineamento… se ci teniamo rispettosi del luogo,non ci faranno difficoltà)per festeggiare la CHIUSURA dell’Anno e dei 26000 anni di ciclo tridimensionale, è

AL CIRCO MASSIMO ORE 19 DEL 25-07-2013
PER CELEBRARE INSIEME LA CHIUSURA ed anche DECIDERE INSIEME COME RIAPRIRE
L’ANNO IL 26 GIORNO DI SEME GALATTICO(importantissimo per rinascere
dimensionalmente) CONDIVIDI CON CHI SENTI SIA ALLINEATO ALLA NOTIZIA,
PER REALIZZARE TUTTI INSIEME UN GRANDE CERCHIO DI PACE SILENZIOSO!

La proposta è il Circo massimo perchè stiamo lavorando anche su ROMA Amor e il centro di questa città è raggiungibile da tutti anche coi mezzi, portate acqua e cibo anche da condividere se si desidera,vorrei che fossimo davvero tanti ed alleati di armonia sincronica, senza intenti ombra; realizziamo un atto di fiducia e specifichiamo a chi vorremo far partecipare che questa è una manifestazione di puroAMore, evitiamo i tamburi ma portiamo Copal e cristalli, ho ordinato i nuovi sincronari e spero vivamente di averne almeno 50 per quel giorno(ogni sincronario costa 13euro, corrispettivamente alle tredici lune) non dovete rispondere ma invitare chi sentite affine all’invito…grazie!

IMPORTANTISSIMO:

non intasiamoci.. dopo aver copiato il messaggio uscite dalla conversazione e rinviatelo solo come messaggio!

Per quanti non potranno esserci fisicamente, l’invito è ad allinearci con Armonia presenza di CUORE

Giuliana Conforto

* La musica dell’ anima

( si consiglia di leggere l’articolo ascoltando la musica)

La musica della Natura è accordata a 432 Hertz.

Per musica a 432 Hertz si intende quella musica composta e suonata utilizzando strumenti di accordatura intonati a 432 Hertz. La frequenza di 432 Hz è strettamente connessa ai cicli della natura, perfettamente in armonia con l’universo.

Tutto in natura vibra con un’intonazione a 432 Hertz, multiplo di 8Hz che è il battito della terra.

Secondo diverse fonti, il cuore del nostro pianeta batte, non udito dall’uomo, a 8 Hz. La natura vibra a multipli di 8: dal ronzio della api al cinguettio degli uccelli, al canto dei delfini, tutto nel mondo naturale segue questa regola.

Le ricerche sulle frequenze della natura sono diventate sempre più importanti e numerose nell’ultimo secolo e annoverano, tra gli studiosi, Nikola Tesla, Albert Einstein, Rudolf Steiner, Roberto Assagioli.

*

Tutta la manifestazione ha un ritmo e una vibrazione ed anche l’uomo ha una vibrazione perché vibra e risuona. Tutto ciò che vive possiede delle modalità espressive che vengono espresse dal numero e dal tono delle sue vibrazioni.

Ogni tipo di vibrazione si esprime con un tono e una qualità, perciò la vita è prodotta dal numero e dal tono delle oscillazioni.

Ogni vita può essere paragonata alla sinfonia che è suonata con un certo suono e con un tono.

Tutte le forme di vita sono delle scale armoniche che contengono altre note e sottonote perché tutte le forme di vita hanno, nell’essenza, quella Nota Fondamentale.

Tutte le forme di vita sono delle sfumature armoniche che provengono dalla Prima Nota che originò la creazione.

Ma non c’è una nota uguale all’altra, eppure sono in perfetto accordo.

Nell’induismo si afferma che tutto ciò che risuona emette una qualità di toni che manifesta un modo di essere, un modo di vivere e uno stato d’animo.

Secondo gli insegnamenti di Pitagora nella realtà esiste l’Armonia. Ogni regno della vita ha una sua modalità di esprimersi mediante il suo numero e il suo tono, che è differente per ogni specie vivente.

Anticamente si diceva che ogni regno possiede una nota fondamentale che è l’archetipo che rappresenta l’intero regno, perchè impersona l’idea fondamentale che il regno deve esprimere.

Ognuno dei quattro regni, minerale vegetale animale e umano, possiede una gamma di suoni espressivi ordinati secondo una scala crescente che progredisce dalla pietra all’uomo, e che continua per tutto l’universo.

 

Ogni entità manifesta possiede la sua vibrazione, un suono, un tono che è l’espressione caratteristica del suo essere.

L’ Essere è una vibrazione. La molteplicità delle varianti delle vibrazioni della Vita risuona e crea il Cosmo per quello che è.

L’Essere Cosmico è il grande musico che usa la sua tastiera che è Intelligenza e Consapevolezza suprema, per plasmare l’etere con la sublime melodia che esegue.E questo è il processo della Creazione.

Ogni essere possiede la sua nota essenziale e contribuisce alla creazione, usando la sua coscienza per far risuonare le note e plasmare l’etere per modellare il suo atto creativo.

Esiste un principio di assonanza tra il microcosmo e il macrocosmo, anche il punto più microscopico è un’armonica della prima Nota fondamentale.

Se impariamo a riconoscere la qualità del suono e del tono di ogni essere sapremo riconoscere la vita e potremo risuonare in armonia con ogni forma di vita.

L’umanità esprime il suo canto nell’universo, il suo canto corale.

Per poter stare bene ed essere allineati alle armoniche della Natura è necessario riaccordare noi stessi e riaccordare la musica alle frequenze dell’Universo.

Per generare un mondo fatto di esseri umani in sintonia con la vita e il suo significato.

Scegliamo di sintonizzare di nuovo noi stessi sulle frequenze dell’Universo.

Fonti:

http://benagoal.splinder.com

http://www.omega432.com

http://www.musica-spirito.it

http://lacompagniadeglierranti.blogspot.it

* Cerchi nel grano: nuovo messaggio

Fabbrico, possibile significato dei cerchi nel grano.

Una spettacolare formazione è comparsa a Fabbrico (Reggio Emilia) una delle cittadine colpite dal terremoto. Segnalato il 25 Giugno 2012, il pittogramma, le cui fotografie sono state pubblicate sul sito cropcircleconnector.com

Al centro, l’ampia superficie piana circolare è una rappresentazione dell’ anti-centro galatticoNell’ ambito di tale centro sono le Pleiadi.Il punto centrale di questo piano è Alcyone, circondato dal resto delle Sette Sorelle in forma stilizzata.Ci sono stati molti Crop Circle nel corso degli anni con la stessa forma a spirale che si estende fuori da un centro.Se ricordiamo che la grande formazione delle galassie a spirale che contava 409 cerchi, il centro è sempre Alcyone. Se togliamo lo zero da 409 e di nuovo si trova il fattore di 7.

L’ opinione condivisa è che illustra l’allineamento del 21 dicembre 2012 del Sole al Solstizio con il centro galattico che viene segnalato da questo cerchio.

Il disegno a spirale che è evidente in questo cerchio è il simbolo di Quetzalcoatl.

Io sono Quetzalcoatl, il serpente piumato…”

Quetzalcoatl ha insegnato agli antichi tutte le competenze, conoscenze necessarie per far progredire la loro civiltà, dalla matematica alle scienze, dall’agricoltura all’astronomia, come pure il famoso calendario Maya che nelle sue complicate formule, predice la fine di un ciclo per il 21 Dicembre 2012.

Quetzalcóatl  ha insegnato al popolo a vivere in pace per poi dopo sparire, ma ha promesso che un giorno sarebbe ritornato. Per gli Atzechi era il Messia, come per i Maya, è il “grande” Kukulcan! I Maya da sempre attendono il ritorno del loro liberatore, Kukulcan.

E così, in tal senso, tornerà il 28 dicembre 2012 dopo l’arrivo delle energie provenienti dall’allineamento Centro Galattico il 21 dicembre 2012.

Secondo alcuni scritti, vi è una croce (albero sacro) nel cielo che è formata dalla Via Lattea e il piano dell’eclittica. La via lattea viene anche detta axis Mundi e rappresenta, per così dire, il tronco dell’albero sacro, mentre l’eclittica è il ramo principale. Il 21 dicembre del 2012 dopo ben 26.000 anni (termine del ciclo precessionale) il Sole si troverà esattamente nel punto centrale della croce (o albero sacro), quello che i Maya chiamavano anticamente utero cosmico (centro della galassia).


Che ci si voglia credere o no, anche ad un occhio superficiale non può sfuggire la correlazione geometrica tra la figura disegnata nel campo e quella raffigurata nel cielo.

“Come in alto, così in basso” era il motto di antichi popoli che possedevano conoscenza e saggezza. Conoscenza nel capire i segnali, saggezza nel rispettarli.

Fonti: cropcircleconnector.com, www.howcropcirclesaremade.com


* Profezie per il futuro prossimo venturo

Fili sottili di conoscenza superiore uniscono dai tempi dei tempi le profezie delle più significative tradizioni spirituali, e legano scienza, astronomia e psicologia.

Le più importanti tradizioni indigene hanno in comune profezie che riguardano il 2012.

La Tradizione Andina afferma che che l’Umanità si trova alla fine di una Era, di un cammino di trasformazione, per iniziare un periodo d’oro e diventare INKA, ovvero persona capace di concentrare e distribuire energia vivente, e non è necessario appartenere alla razza Andina, ma esserlo nell’anima.

É il passaggio al QUINTO LIVELLO.

Il calendario Maya termina il 21 Dicembre del 2012.

Secondo alcuni studiosi in questa data poteva esserci una sorta d’Apocalisse (come si evince dai disegni sull’ultima pagina del Codice di Dresda), ma altri parlano semplicemente di trasformazione.

E’ il ” Mondo del QUINTO SOLE.


Secondo la profezia Hopi, alla nascita del Bufalo Bianco (avvenuta nel 1995) sarebbero seguiti 17 anni (dal 1995 al 2012), al termine dei quali la fine di un’ Era sarebbe coincisa con l’inizio di una trasformazione che farebbe emergere

la “QUINTA UMANITA’.

Nel suo libro “Il mistero degli Incas”, l’archeo-astronomo William Sullivan descrive l’oroscopo Inca e ci parla di un allineamento planetario che si è prodotto nel 2012.

Un allineamento tra il centro della nostra galassia con il Sole e la Terra, evento che avviene ogni 26.000 anni e che si era già prodotto 13.500 anni fa nell’altro lato della galassia.

Il cosmo attraverso quell’allineamento ci ha procurato un favoloso regalo: l’agricoltura, un ulteriore impulso innovativo che ha instillato delle notevoli modificazioni e novità nell’esistenza umana sulla terra.

Terence McKenna, nel suo libro “Il ritmo degli I-CHING” descrive come questi ritmi siano coincisi con avvenimenti importanti della storia dell’Occidente (prima e seconda guerra mondiale, la rivoluzione Cinese, etc.). Egli scopre che le fluttuazioni dei ritmi degli I-CHING finiscono nel 2012.

Come dice CARL JUNG, ( La sincronicità. /Bollati Boringhieri) non esiste una sola scienza ma due scienze:

Scienza Occidentale basata sul principio di “CASUALITA’ “

Scienza Orientale basata sul principio di ” SINCRONICITA’ ” (per sincronicità s’intende una serie di fenomeni che concorrono senza una causa apparente ma che per la simultaneità creano una specie di significato). Inoltre, la sincronicità ha sia un aspetto fisico che un aspetto psichico, produce una connessione tra il mondo energetico-fisico e il mondo psichico.

L’esistenza di una correlazione tra le profezie Andina, Hopi e Maya potrebbero anche spiegarsi come un fenomeno di psicologia collettiva.

Questo tipo di fenomeni si sono rivelati in passato più o meno veritieri, ma nel caso del 2012, all’onda di psicologia collettiva è coinciso un fenomeno astronomico (allineamento di Sole e Terra con il centro della galassia), che è un fenomeno fisico e scientificamente identificato, cui corrisponde un fenomeno relativo al libro degli I-CHING, il più importante trattato riguardo alla scienza della “Sincronicità “.

Ciò potrebbe coincidere con una sincronizzazione di molte tradizioni spirituali le quali potrebbero trovare obiettivi comuni nello stesso spazio temporale e il conseguente rinnovamento nell’inconscio collettivo potrebbe causare una trasformazione d’ordine materiale.

 

Secondo la Tradizione Andina, il punto di trasformazione associato al 2012 è coinciso con l’emergere di un nuovo livello di coscienza (Quinto Livello) che può essere comparato al livello di coscienza raggiunto dai primi discepoli del Buddha e di Gesù Cristo.

Secondo la Tradizione Hopi, la nuova Era, che ha avuto inizio nel 2012, produrrà una Quinta Umanità.

Il fenomeno che può essersi verificato nel 2012 è una sorta di salto di qualità nel livello di coscienza dell’Umanità. Anche se il cambiamento si è prodotto  in un numero limitato di persone (dette “CARISMATICHE”) si è comunque innescato un processo d’innalzamento del livello di coscienza del resto dell’Umanità.

Secondo la Tradizione Andina, dal gruppo di persone già entrate nel Quarto Livello alla fine del XX Secolo, potrebbero emergere uno o due leader spirituali del Quinto Livello e queste persone sarebbero in grado di produrre a livello globale un cambiamento considerevole e coordinato.

 

«Sii tu il cambiamento che vuoi vedere avvenire nel mondo» Mahatma Gandi

«Non dubitare che un gruppo di cittadini impegnati e consapevoli possa cambiare il mondo: in effetti è solo così che è sempre andata “ Margaret Mead

FontI:

*WIRAQOCHA FOUNDATION

*http://ecoalfabeta.blogosfere.it