1 · amore.autostima · Comunicazione · cultura · donne · eventi · Perchè siam donne! · punti di vista · sebben che siamo donne · Testimonianze

Perchè siam donne: Laura Starcher e le ribelli in gonnella

Umatilla, Oregon, 198 abitanti.

Nel dicembre del 1916 gli abitanti della piccola cittadina nell’ovest degli Stati Uniti sono convocati alle urne per decidere la composizione del nuovo consiglio cittadino e il nome del nuovo sindaco. È un centro molto piccolo, e la legge non richiede ancora candidature pubbliche e vidimate; i membri del Consiglio e il sindaco Starcher sono tranquilli di ottenere una facile riconferma, nonostante stiano amministrando gli affari di Umatilla con svogliatezza, spesso non presenziando nemmeno alle riunioni del Consiglio.

C’è qualcosa di strano nell’aria, però, e lo si percepisce subito: le donne di Umatilla, che insieme a tutte le donne dell’Oregon avevano ottenuto nel 1912 il diritto di voto, stanno disertando le urne. Non si vede nemmeno una delle donne che avevano lottato così duramente per poterci andare in quelle urne. Forse qualcuno stava cercando una spiegazione, a qualcuno magari andava anche bene così quando, negli ultimissimi minuti disponibili arrivano tutte insieme.

Con una dimostrazione di unità e di forza, le donne di Umatilla si recarono insieme alle urne e il risultato sorprese tutti.

Il sindaco uscente Starcher ha perso le elezioni e gli succederà il sindaco Starcher: per la precisione Laura Starcher, sua moglie. E accanto alla Starcher, al lavoro per Umatilla, ci sarà un Consiglio composto interamente di donne.

Alla richiesta di una spiegazione le donne di Umatilla poterono finalmente rivelare la loro campagna elettorale segreta, svolta nei circoli e nelle case in cui si riunivano, che andava avanti all’insaputa di padri, mariti e fratelli sin dalla primavera.

Era una segretezza necessaria per poter svolgere la campagna in tranquillità, e anche per poter contare sulla poca partecipazione degli svogliati abitanti di Umatilla alla consultazione elettorale.

L’operazione fu chiamata all’epoca “il governo delle sottogonne ” e così è passata alla storia!

Dopo essere entrata in carica nel gennaio 1917,Laura Stochton Starcher e le altre quattro donne elette al consiglio comunale – Gladys Spinning, Anna Means, Florence Brownell e Stella Paulu – inaugurarono un programma di azione progressista.

Nei successivi quattro anni, il consiglio migliorò i servizi idrici ed elettrici, approvò fondi per progetti di strade e marciapiedi e organizzò “Settimane di pulizia” della città.

Ulteriori innovazioni includevano nuovi segnali di attraversamento ferroviario, la fondazione di una biblioteca comunale,sostituzione delle bandiere americane della città, istituzione della raccolta mensile dei rifiuti, pianificazione per futuri progetti comunitari e nomina di un funzionario sanitario della città durante un’epidemia di vaiolo del 1918.

Sebbene alcune delle donne abbiano lasciato l’incarico dopo aver assolto solo una parte del loro mandato, diverse donne rimasero in carica fino al 1921.

Laura Starcher rimase solo 8 mesi del suo mandato di due anni, lasciando l’incarico per motivi di salute.

Stella Paula fu eletta sindaco nel 1918. Quando la coorte originale di donne elette nel 1916 decise finalmente di lasciare l’incarico, nessuna nuova donna si fece avanti per prendere il loro posto.

Di conseguenza, le elezioni del 1920 restituirono un governo cittadino tutto al maschile.

Fonti

(20+) Cannibali e Re | Facebook

Wallace, Shelley Burtner. “Umatilla’s ‘Petticoat Government,” 1916-1920.” Oregon Historical Society 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...