* La buona notizia del venerdì: L’ ADHD è una malattia fittizia

adhd01

Perchè non accada” è un articolo che ho scritto il 19 agosto 2011 a proposito del ADHD e dopo aver letto il libro di Paola Giovetti “ i bambini di cristallo”.

Solo in questi giorni mi è capitata sotto gli occhi questa notizia, che considero molto importante,e che è stata molto poco pubblicizzata.

Il settimanale tedesco Der Spiegel nella sua copertina, ha riportato che Leon Eisenberg , all’età di 87 anni, sette mesi prima della sua morte nella sua ultima intervista ha detto: “L’ADHD è un primo esempio di malattia fittizia “

ADHD (Attention-Deficit/Hyperactivity Disorder), è la sigla della sindrome da deficit di attenzione e iperattività.

Il Disturbo da deficit d’attenzione ed iperattività (ADHD) è un disturbo del comportamento caratterizzato da inattenzione, impulsività e iperattività motoria che rende difficoltoso e in alcuni casi impedisce il normale sviluppo e integrazione sociale dei bambini”

Il ricorso alla prescrizione di farmaci non è comunque raccomandato per bambini in età pre-scolare poiché non si conoscono gli effetti di lungo periodo di tale terapia in questa fascia di età”

adhd

Il “padre scientifico”, colui che ha scoperto e denominato l’ ADHD, è lo psichiatra statunitense Leon Eisenberg, nato nel 1922 come figlio di immigrati ebrei russi.

Dal 1968, circa 40 anni , la scoperta della “malattia” di Leon Eisenberg ha riempito i manuali diagnostici e statistici , come “reazione ipercinetica dell’infanzia ”

L’uso di farmaci per l’ADHD in Germania è salito in soli diciotto anni da 34 kg ( nel 1993 ) a un record di ben 1760 kg ( nel 2011) – che è un 51 aumento delle vendite !

Negli Stati Uniti un ragazzo su dieci ingoia un farmaco ADHD al giorno . Con una tendenza crescente.

Leon Eisenberg ha ricevuto ” il premio Ruane for Child and Adolescent Psychiatry Research .

E ‘ stato un leader in psichiatria infantile per più di 40 anni per il suo lavoro sugli studi farmacologici , la ricerca , l’insegnamento e la politica sociale e per le sue teorie di autismo e di medicina sociale “.

Già nel novembre 2011 la Commissione nazionale svizzera in materia di etica biomedica ( NEK)si era pronunciata contro il consumo di agenti farmacologici che alterano il comportamento del bambino , senza alcun contributo allo sviluppo della sua personalità, ledono la sua libertà e capacità di scelta limitando le sue esperienze costruttive.

Sotto accusa è il farmaco, abbondantemente prescritto, il RITALIN.

800px-Ritalin

l Ritalin è catalogato insieme agli stupefacenti e presenta una non piccola serie di controindicazioni tanto che le Forze Armate americane rifiutano le aspiranti reclute che ne abbiano fatto uso prima dei dodici anni.

Il buisness di questo farmaco e di altri simili usati è salito a dismisura negli ultimi anni.

Anche per il fatto che Eisenberg è stato membro del ” Comitato Organizzatore per le donne e Medicina Conference , Bahamas , 29 novembre-3 dicembre 2006 Josiah Macy Foundation ( 2006) ”

Recenti indagini hanno trovato che dei 170 membri del gruppo DSM 95 più della metà aveva una o più relazioni finanziarie con aziende del settore farmaceutico .

I collegamenti sono particolarmente forti in quelle aree diagnostiche in cui i farmaci sono in prima linea per il trattamento per i disturbi mentali .

Il settimanale tedesco Der Spiegel nella sua copertina del 2 febbraio 2012, ha riportato che Leon Eisenberg , all’età di 87 anni, sette mesi prima della sua morte nella sua ultima intervista ha detto: “L’ADHD è un primo esempio di malattia fittizia “

fonte: http://www.worldpublicunion.org//2013-03-27-

Non  vogliamo che i nostri bambini siano

Adeguati > Docili > Humanized > Annullati

L’adulto, solo per il fatto di essere tale, ha generalmente la strana illusione di aver ormai raggiunto la meta; si compiace di se stesso e non gli viene in mente che proprio quando finisce la scuola dovrebbe cominciare a imparare nella più vasta e vera scuola della vita: dovrebbe ‘prendersi per mano’ e cominciare ad educare se stesso…”

Roberto Assagioli

7 thoughts on “* La buona notizia del venerdì: L’ ADHD è una malattia fittizia

  1. Poco tempo fa ho partecipato a un incontro sull’argomento e mi è parso di capire che la sindrome ha basi accertate, esiste cioè uno specifico motivo, indipendente dalla sola volontà, che effettivamente impedisce a questi bambini un comportamento “nella norma”. Altrettanto chiaramente, tuttavia, veniva scoraggiato il trattamento con farmaci, se non in casi estremamente gravi, in cui era compromessa seriamente la salute dell’individuo, ad esempio se la persona affetta non dormiva mai.

    Mi piace

  2. Io non ho esperienze dirette sulla malattia. Al mio secondogenito, definito sempre ipercinetico dagli insegnanti, più per pigrizia loro e incapacità di comprendere che il bambino si annoiava a morte a scuola e voleva solo attirare l’attenzione, come fanno del resto molti bambini, era stato consigliato uno studio approfondito per capire se fosse un disturbo patologico. Fortunatamente la psichiatra infantile a cui mi sono rivolta mi ha tranquillizzata e mi ha sconsigliato l’assunzione di qualsivoglia farmaco.
    Dalla lettura di questo post si ha la prova che non sono i farmaci a curare le malattie ma le malattie ad essere inventate per produrre e vendere le medicine.
    Poi ci saranno anche dei casi patologici, non lo nego, ma soprattutto negli States i bambini sono riempiti di psicofarmaci il più delle volte senza motivo. Fortunatamente noi mamme italiane non ci lasciamo abbindolare. Figurati che a mio figlio (sempre il secondo) che non dormiva la notte ho somministrato uno sciroppo a base di antistaminici per qualche mese e poi ho smesso: lui dormiva ma io no, per i sensi di colpa.

    Mi piace

  3. Pingback: LA BUONA NOTIZIA DEL VENERDÌ: NATA IN FRIULI LA BIBLIOTECA DEL LIBERO SCAMBIO | Marisa Moles's Weblog

  4. C’e’ un giro d’affari delle aziende farmaceutiche in tutto il mondo da far paura, si inventa una “nuova” malattia per vendere poi la cura, e a leggere quanto e’ cresciuta la vendita del ritalin mi domando, ma il buon senso dov’e’ finito, hai fatto bene a scrivere questo post, brava Laura, buon weekend!!!

    Mi piace

  5. Condivo senza riserva il pensiero espresso dal prof. Leon Eisenberg ma non sono affatto ottimista perchè l’ultima edizione del manuale diagnostico (The Diagnostical Manual of Mental Disorder – DSM), aspramente criticata da molti mesi da moltissimi medici e studiosi del settore perchè contiene criteri diagnostici non solo discutibili ma sarà presentata, senza contraddittorio al meeting American Psychiatric Associetion a San Fracisco dove si sosterrà l’abbassamento delle soglie per la diagnosi con il risultato che si creeranno falsi positivi con conseguente aumento del consumo dei farmaci che, a sua volta, farà aumentare non solo il costo del servizio sanitario ma sarà un grave nocumento per i soggetti più giovani, soprattutto, appunto i bambini.
    Relativamente ai bambini.ragazzi tra le tante nuove “malattie create dal DSM-5, per esempio, il disturbo di disregolazione dirompente dell’umore che renderà medicalizzabile gli SCATTI DI RABBIA, LA TRISTEZZA PER UN LUTTO di una persona amata, che sarà paragonata, anzi definita, depressione o come disturbo neurocognitivo. Aumenteranno le diagnosi di iperattività e deficit d’attenzione con uso o abuso di stimolati.
    Una vera e propria mina vagante a livello della salute soprattutto dei minori e degli anziani.
    Per fortuna, in Italia gli specialisti hanno già espresso molti dubbi su quanto sostenuto dagli americani con la loro BIBBIA, il loro Manuale diagnostico.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...