* Un gatto non è ” solo un gatto”.

Un gatto non è “ solo un gatto”.  Un gatto è un Gatto!

Indipendenti e fieri, affettuosi, un po’ permalosi e con quell’atteggiamento di sentirsi speciali, i gatti danno l’impressione di essere sempre stati in un dato luogo, anche se ci sono appena arrivati. Si muovono all’interno di una loro personale dimensione del tempo. Si comportano come se il mondo degli umani fosse solo una fermata secondaria di un viaggio verso una meta probabilmente molto più affascinante.

Non sei tu a scegliere un gatto. Un vero gatto percepisce la tua energia, anzi la vede e valuta se tu potrai amarlo e sei affidabile. Allora ne vale la pena, sta con te.

Un gatto ha i suoi gusti e le sue preferenze.

I gatti non si legano all’uomo solo per ricevere cibo e riparo. Il rapporto tra i gatti ed i loro proprietari è simile ai legami tra gli esseri umani, in special modo quando ad adottare il gatto è una donna.

Uno studio, pubblicato sulla rivista Behavioural Processes, confermerebbe questo legame. Lo studio dell’università di Vienna ha analizzato con dei video il comportamento di 41 gatti, studiando le interazioni coni padroni, sottoponendo le osservazioni ad un’analisi statistica e determinando anche il carattere dell’animale con una serie di test. Il risultato principale è che le donne sono oggetto di fusa e miagolii tre volte più degli uomini.
«I gatti approcciano le padrone più frequentemente – conferma Manuela Wedl, uno degli autori della ricerca, al sito di Discovery Channel – saltando loro addosso ad esempio, più di quanto non facciano con i padroni maschi. Di sicuro il rapporto è più stretto tra le donne e il gatto, qualunque sia il sesso dell’animale».
Secondo Jon Day del Waltham Centre for Pet Nutrition, una delle firme dello studio, il cibo è usato per veicolare affetto.

Uno degli ambiti principali dove il gatto utilizza le sue tattiche, spiegano gli esperti, è quello del cibo: «Questo tipo di interazione – continua Wedl – è molto simile a quella che c’è tra un neonato e la mamma, e come in quel caso anche in questo è il cucciolo che comanda».

Nella fase in cui non può ancora esprimersi a parole, il bambino si rivolge infatti al caregiver attraverso la richiesta di cibo e così si viene a creare un legame indissolubile.


Il rapporto fra gatto e padrona però non si limita solo al cibo: la ricerca ha scoperto che l’animale riesce a influenzare il comportamento dei padroni con tutta una serie di gesti, che vanno dal semplice muovere la coda a tutta una serie di modi diversi di fare le fusa. I gatti sembrano anche ricambiare i favori dei padroni, che se sono bravi a capire e soddisfare le loro esigenze avranno in premio qualche coccola in più più tardi.

Gli scienziati sono convinti che i gatti abbiano dei mezzi di coercizione psicologica nei confronti dei padroni. La più sorprendente è stata pubblicata pochi mesi fa sulla rivista Current Biology, secondo cui i gatti riescono a modulare le fusa sulla stessa frequenza dei pianti dei bambini, rendendole irresistibili, se hanno qualche desiderio particolare.

«Un uomo e un gatto sviluppano una serie di complessi rituali – si legge nello studio – che prevedono la comprensione dei bisogni e delle inclinazioni reciproche».

Per il gatto, il rapporto fondamentale è quello con la madre. Si potrebbe dire che questo è valido per tutti i mammiferi. Ma i gatti, nel seguito della loro vita, non avranno un branco organizzato con le sue regole e non andranno a scuola. È dalla madre che ricevono cibo, affetto ed educazione. È la gatta che insegna come comportarsi, come cacciare, cosa mangiare e chi considerare amico. Insomma, i micini apprendono dalla madre quelle che saranno poi le loro “tradizioni culturali”.

Ed a questo rapporto primario, torna il gatto quando chiede qualcosa agli umani.

leggi anche:

Ogni grande  ha con sè un gatto

Gattologia

Il Tao dei gatti

Fonti:

http://www.ecoo.it

http://www.petsblog.it


12 thoughts on “* Un gatto non è ” solo un gatto”.

  1. Quando si parla di gatti, penso delle parole ben definite: Perfezione, Eleganza, Filosofia, Spiritualità. Queste parole sono per me la spiegazione di quello che è il Gatto, splendido Essere, da cui l’uomo può solo imparare.
    (sono un po’ di parte, si vede?!?)
    Bellissimo post e grazie per i link!
    Un abbraccio
    Buon weekend e serenità
    Silvia

    Mi piace

  2. Laura, bellissimo questo post, adoro gli animali, io ho un cagnolino che amo tantissimo e mi piacciono i gatti, li trovo eleganti, intelligenti, indipendenti e quel micino che hai nel video a fine post e’ tenerissimo, buon fine settimana carissima amica

    Mi piace

  3. Interessantissimo Post!!!!
    A me piacciono molto i gatti!!! Li trovo di una intelligenza superiore!.
    Laura, complimenti sinceri e Grazie per averci fornito informazioni così dettagliate su uno dei nostri amici per la pelle!!!!
    Buon WE ♥

    Mi piace

  4. Adoro i gatti(anche i cani) il mio Teo, che purtroppo sta raggiungendo i 15 anni, è un gattone rosso di circa 11 chili. Ha un carattere ben definito, è metodico,altezzoso e adora mio papà, mentre io e mamma non gli siamo particolarmente simpatiche.A volte tira a noi due delle zampate che procurano graffi, però quando ha voglia di cibo, si liscia come un gattino, che infame… 😀

    Mi piace

  5. chi non ha mai adottato un gatto sono certa che non potra’ mai capire la loro intelligenza e la loro profondita’ d’animo, io ho tre gatte e quello che mi hanno dato loro non sono riuscite neanche le persone, sono animali magici! Hanno dei sentimenti che dimostrano solo se ci vivi insieme, una di loro la siamese e’ come se mi parlasse ogni giorno,mi dimostra serenita’ se sono con lei, oppure tristezza e miagolii di rimprovero se manco per una pausa di vacanza, e’ capace di piangere per un ora quando torno! Le amo tantissimo,e la siamese di nome stellina e’ quella che pero’ mi ha davvero rubato il cuore! Peccato che questa vita non basta per adottare tutti i gatti del mondo! Un bacione grosso a tutti i gatti del mondo!!!

    Mi piace

  6. io ho appena perso la mia gattina,avvelenata,non ho fatto in tempo a salvarla,e sì,è vero,è stata con me solo 6 mesi,ma quell’animella mi ha insegnato più di qualsiasi essere umano,ed eravamo attaccate come madre e figlia,è come se avessi perso una figlia,e la sua mamma(mamma gatta intendo),nonostante non viva con noi perchè è una randagia,son 3 giorni,da quando l’ho seppellita che presidia davanti a casa mia…me l’ha uccisa una vicina che sapeva che rapporto avessi con lei,avendo notato i cambiamenti in me dal suo arrivo,,non ho lo posso provare purtoppo altrimenti l’avrei già denunciata,ma ho fatto mente locale e nei giorni precedenti hl’ho vista fare de4i movimenti strani,tipo dar da mangiare ai gatti fuori dal portone quando lei li ha sempre odiati,e poi…me l’ha detto la mia cherry che è stata lei,in sogno…lei mi sta vicina sempre,ed il suo amore mi ha fatto passare anche dei brutti mali fisici che avevo addosso,e poi,sono sicura che ha donato la vita per farmi riprendere,ho fatto un sogno la notte prima che morisse:ero io sulla spiaggia,e stavo malissimo,tristissima,e qualcuno mi urla dietro:vai via di qui,sta arrivando il ciclone,ora ti becca se non ti sposti,ed io,che volevo solo che il vento mi portasse via,mi son trovata nella tormenta,quando ad un certo punto,stavo per esser portata via,e vedo lei tra la polvere e la sabbia,appare,mi da una botta per spostarmi da quella tormenta e sparisce nel nulla..poi,durante il giorno,si è sentita male,l’ho portata dal veterinario,ma era troppo tardi…quando è morta,aveva gli occhi aperti,e pieni d’amore,e coraggio,come d’un essere fiero,che lascia il mondo con dignità!!la notte dopo,mi son svegliata con una gocciolina sull’occhio,che non era mia,la sentivo,l’ho toccata ed era di un bagnato etereo,era una sua lacrimuccia..chi uccide un animalino così meraviglioso,non merita più il sorriso,chi ha invidia dell’amore altrui no lo merita nella sua vita,eppure,maledire costoro è peccato,lascio alla vita che prenda i provvedimenti dovuti..scusate lo sfogo,ma sono inconsolabile,dovevo scriverlo,perchè anche a parlarne con qualcuno,tutti credono che per un gatto sia esagerato soffrire così..

    Mi piace

    • Cara Mimosa, i nostri amici animali ci amano senza riserve e senza chiedere nulla in cambio, tranne essere ricambiati. Quando un amico animale sceglie di stare con te, perchè è sempre lui a scegliere,diventa parte della tua vita e dei tuoi affetti. E’ una presenza d’amore costante e certa.
      Chi non apprezza gli amici animali non ha il cuore per apprezzare i suoi simili e non è in contatto con l’Amore universale. Ha dentro un arido deserto. Merita soltanto compassione.
      Sono certa che sarai presto scelta da un altro gatto altrettanto affettuoso. I gatti sanno chi ha bisogno di loro e quando.
      E’ un piacere averti incontrata.
      Love L

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...