* Irene…per caso?



Irene ( Airin in inglese) è il nome dato ad un uragano.

Irene, il primo uragano della stagione Atlantica del 2011, è anche il primo a toccare gli Stati Uniti dal 2008. Più di 50 milioni di persone si trovano nella strada che percorrerà la tempesta mentre passa su alcune delle città più popolate della costa orientale degli USA.

La costa della Nord Carolina e della Virginia stanno affrontando questa che è la più forte tempesta registrata dal 1996. Irene sarà anche il primo uragano a colpire la regione del New England, dal 1991.

Anche se la forza dei venti è diminuita molto dopo l’impatto con il continente, l’uragano Irene resta una grossa minaccia per via della grossa quantità di acqua che si porta dietro.

Il famoso uragano Katrina, partito come categoria 5 e arrivato come categoria 2, causo moltissimi danni sopratutto per la gigantesca quantità di acqua scaricata che ha fatto inondare molte zone del New Orleans, caricando eccessivamente i corsi d’acqua circostanti.

Irene è partito come categoria 4, e sta colpendo adesso come categoria 1, si teme un effetto tsunami per via delle enormi onde sollevate. I venti si aggirano adesso su una velocità di 150 km/ora, con picchi più alti intorno al centro, ma i meteorologi ricordano a tutti gli abitanti della zona che si tratta di una tempesta molto potente e anche se è diminuita di intensità nella notte, devono stare al chiuso e molto attenti.

Irene è il nome della dea della Pace.

Era una delle tre Ore, le figlie che Zeus ebbe dalla sua seconda sposa, Temi (personificazione dell’Ordine e del Diritto): le Ore erano Eunomia (=il Buon Governo), Dike (=la Giustizia) ed appunto Irene.

« Poi Zeus sposò la lucente Themis, che diede alla luce Horai (Ora) ed Eunomia (Ordine), Dike (Giustizia) e la fiorente Eirene (Pace), colei che dà significato ai travagli degli uomini mortali. »

(Esiodo, Teogonia, 901)

Il nome Erina viene generalmente considerata una variante di Irene, mentre Irina ne rappresenta la forma slava. Il nome Ireneo, più che il maschile di Irene, trova origine nell’aggettivo greco eirenaios, che significa devoto di Irene, cultore della Pace.

L’onomastico di Irene cade il 5 aprile, in memoria di sant’Irene di Tessalonica (sec. III-IV), martire insieme alle sorelle Agape e Chionia; quello di Ireneo si festeggia il 28 giugno, in ricordo di sant’Ireneo di Lione (sec. II), vescovo e teologo d’origine greca, mentre il 5 maggio si ricorda sant’Erina di Lecce.

Dal nome greco Ειρήνη (Eirene), con il significato letterale di pace, entra successivamente nel pantheon romano – a partire dal regno di Augusto – con il nome di Pax.

La dea era raffigurata da una giovane donna recante, in una mano, un ramoscello d’olivo con la cornucopia e nell’altra Pluto, simboli di quella ricchezza e dell’abbondanza che solo la pace può donare.

Alla dea furono eretti altari e statue ad Atene e a Roma. In quest’ultima città Vespasiano e Domiziano fecero erigere un tempio con portici e giardini (Tempio della Pace, più tardi considerato uno dei Fori Imperiali). La dea venne rappresentata anche sulle monete.

E’ un caso che questo uragano si chiami ” Irene”?

Come dire ” Pace”?

L’avvenimento fa notizia, tutto il mondo ne parla e ne segue con trepidazione gli sviluppi.

Si risvegliano sentimenti di solidarietà, di fratellanza, di appartenenza alla stessa razza umana, si raccolgono fondi per riparare i danni, si fanno pacchi di cibo, abiti e medicinali per le organizzazioni umanitarie, partono volontari per i primi soccorsi, ci si tiene in contatto per l’emergenza.

L’umanità si stringe compatta di fronte agli eventi che non sa ancora controllare, e si sente impotente come gli antenati di fronte alla scoperta del fuoco. E dimentica le divergenze, le ripicche, le diversità… ritrovando il significato del gruppo umanità.

I catastrofisti fanno notare che negli ultimi tempi gli eventi sono sempre più numerosi e più violenti e i credenti assicurano che la natura , offesa dalle malvagità degli esseri umani, si sta ribellando.

Ma questo nome Irene = Pace mi fa sorgere spontanea una riflessione…

Non è che inconsciamente questa esigenza di riaffermare i valori porti gli esseri umani a crearsi sempre di più occasioni per viverli? E che l’energia della terra, collaborando li esalta e li rende sempre più eclatanti?

Questi valori di Amore, Pace, Fratellanza, Solidarietà, Collaborazione, Generosità, Uguaglianza, Rispetto…non possono essere alla base di una vita quotidiana senza bisogno di “andarvi contro” per scoprirli?

Irene = Pace …è un caso?

Irene = Pace…ci stiamo dicendo che è possibile!

Leggi anche: Pace…è una parola!

Leggi anche ” un’altra interpretazione di Irene: “La donna americana”

Fonti:http//link2universe.it

8 thoughts on “* Irene…per caso?

  1. cara Laurin42, mi piace il tuo blog, ho letto qualcosa, ma ci devo tornare con calma, l’articolo sui fichi è super, io faccio un altro genere, in verità non ho ancora una indicazione precisa, metto i miei lavori , i viaggi , e lo yoga che adoro; bene, ciao e a presto cristina

    Mi piace

  2. Bravissima!! Hai fatto centro, come sempre!!
    Certamente è un caso che questo ciclone, ormai svanente, si chiami Irene o Pace. Ma non è un caso l’aspettativa o la disperata attesa della Pace e solidarietà fra i popoli e fra le persone che traspira dall’umanità.
    L’inconscio sa e ci dice che la grande fratellanza avviene sempre dopo ogni grande disastro. Più grande è il disastro collettivo, più grande sarà l’amore e la fratellanza fra persone e popoli.
    L’inconscio ci dice che siamo forse vicini al momento di rottura e pertanto qualsiasi calamità naturale potrebbe essere il segnale divino per l’atteso grande cambiamento.
    Ma ciò è dovuto alla perdita della ragione dell’uomo il quale, se sapesse governarsi secondo le regole di una giustizia e rispetto universale dalle piccole o piccolissime differenze, non provocherebbe una tale dirompente aspettativa espressa in maniera così sproporzionata da presidenti, politici, giornali e televisioni di tutto il mondo ed in particolare degli Stati Uniti.
    Complimenti per l’illuminante articolo!!

    Mi piace

  3. E’ davvero una riflessione interessante questa… come se inconsciamente volessimo la pace portata dall’esterno visto che non siamo capaci di averla dall’interno, ciascuno nel suo piccolo mondo! Un abbraccio!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...